Sergej Prokop'ev

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sergej Prokop'ev
Sergey Prokopyev - NASA portrait.jpg
Cosmonauta di Roscosmos
NazionalitàRussia Russia
StatusIn attività
Data di nascita19 febbraio 1975
Selezione2010, TsPK 15
Altre attivitàPilota
Tempo nello spazio196 giorni, 17 ore e 49 minuti
Numero EVA2
Durata EVA15h 31min
Missioni

Sergej Valer'evič Prokop'ev (in russo: Сергей Валерьевич Прокопьев; Ekaterinburg, 19 febbraio 1975) è un cosmonauta russo. È partito per la sua prima missione spaziale il 6 giugno 2018 a bordo della Sojuz MS-09 per le Expedition 56/57.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Ekaterina Prokop'ev (Negreeva) con cui ha avuto una figlia (Anna, 1997) e un figlio (Timofei, 2010). Il fratello minore, Evgenij Prokop'ev, è stato selezionato nel 2018 come candidato cosmonauta del Gruppo 17 di Roscosmos[1].

Carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1992 ha frequentato l'Accademia militare aeronautica M.M. Raskova di Tambov ma dopo la sua chiusura nel 1995 si è trasferito all'Accademia militare aeronautica di Balašov dove si laureò nel 1997. Dopo la laurea fino al 2007 ha preso servizio nelle forze armate come assistente comandante navale nelle città di Orsk, Rjazan' e Vozdviženka e durante questo periodo ha inoltre conseguito una laurea in economia all'Università agraria di Mičurinsk. Dal 2007 al 2010 è stato comandante di diverse unità aeronautiche presso le basi aeree Šajkovka nell'Oblast' di Kaluga e Engels nell'Oblast' di Saratov pilotando gli aerei Tu-22M3 e Tu-160. Il 9 maggio 2010 per le celebrazioni della Giornata della vittoria ha preso parte alla parata militare volando con un Tu-160 sopra la Piazza Rossa. Ad agosto 2012 si è ritirato dalle forze armate russe con il grado di Maggiore. Durante la carriera militare ha pilotato gli aerei Yak-52, L-39, Tu-134, Tu-22M3, Tu-160 accumulando più di 850 ore di volo ed eseguendo 45 salti con il paracadute.

Carriera come cosmonauta[modifica | modifica wikitesto]

L'equipaggio della Sojuz MS-09 in Zvezda
Prokop'ev durante l'EVA del 15 agosto

Il 12 ottobre 2010 è stato selezionato come candidato cosmonauta del gruppo TsPK-15 di Roscosmos. Il 1º febbraio 2011 ha iniziato l'addestramento di due anni al Centro di addestramento cosmonauti Jurij Gagarin durante il quale ha imparato principalmente i sistemi della navicella Sojuz e del segmento russo della ISS, ad eseguire le attività extraveicolari (EVA) e ha partecipato ad addestramenti di sopravvivenza in acqua, in inverno e nel deserto. Il 22 giugno è stato assegnato da Roscosmos come membro dell'equipaggio di riserva della Sojuz TMA-18M nel ruolo di ingegnere di volo 2 per una missione di 10 giorni a bordo della ISS. All'inizio del 2016 è stato assegnato come membro dell'equipaggio principale della Sojuz MS-08 insieme a Oleg Artem'ev e Andrew Feustel. I membri dell'equipaggio della Sojuz MS-08 hanno svolto l'addestramento di sopravvivenza a seguito di un atterraggio in acqua simulato nella prima metà di luglio 2016 e l'addestramento invernale dal 7 al 9 febbraio 2017. Il 21 aprile 2017 Roscosmos ha trasferito Prokop'ev dalla Sojuz MS-08 alla Sojuz MS-09, dopo aver deciso di diminuire il numero dei propri cosmonauti presenti sulla ISS. Il 28 e 29 novembre 2017 Prokop'ev insieme ai membri della Sojuz MS-09 (Alexander Gerst e Jeanette Epps) ha superato gli esami finali sul segmento russo della ISS e sulla Sojuz come equipaggio di riserva della Sojuz MS-07. Epps è stata successivamente sostituita con Serena Auñón-Chancellor come ingegnere di volo 2.

Expedition 56/57[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 2018 è partito per la sua prima missione spaziale a bordo della Sojuz MS-09 verso la ISS durante le Expedition 56/57. Il 15 agosto 2018 ha svolto un'attività extraveicolare con Oleg Artem'ev per rilasciare quattro cubesat e l'installazione dell'esperimento Icarus. Il 30 agosto si occupato di installare del sigillante nel foro del modulo orbitale della Sojuz MS-09 di cui era comandante per arrestare la depressurizzazione in corso. Durante l'Expedition 57, l'11 dicembre 2018 con il cosmonauta Oleg Kononenko ha svolto un'altra EVA di 7h e 45m per analizzare la superficie esterna della Sojuz in corrispondenza del foro e prelevare dei campioni da far analizzare dai tecnici a Terra. Il 20 dicembre è atterrato nelle steppe del Kazakistan, concludendo la sua prima missione nello spazio.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Eroe della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria Eroe della Federazione Russa
«Per il suo coraggio ed eroismo nella realizzazione di un volo di lunga durata nello spazio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale»
— 11 novembre 2019
Pilota-cosmonauta della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria Pilota-cosmonauta della Federazione Russa
— 11 novembre 2019
Ordine al merito militare - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito militare
Medaglia per distinzione nel servizio militare di II Classe - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per distinzione nel servizio militare di II Classe
Medaglia per distinzione nel servizio militare di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per distinzione nel servizio militare di III Classe
Medaglia per la partecipazione alla parata militare nel giorno della vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per la partecipazione alla parata militare nel giorno della vittoria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Russia's new cosmonauts include brother of ISS crew member, su collectspace.com. URL consultato il 16 novembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1441153954891005680007 · GND (DE1168873088
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie