Serge Lifar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serge Lifar

Serge Lifar (nato Sergej Mihailovič Lifarienko) (Kiev, 2 aprile 1905Losanna, 15 dicembre 1986) è stato un ballerino e coreografo ucraino, attivo in Francia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu allievo di Bronislava Nijinska, la sorella del grande Vaslav Nijinsky, a Kiev.

Nel 1923 si unì ai Balletti russi di Sergej Diaghilev, di cui fu anche amante: era accanto a lui quando l'impresario morì, a Venezia.

Più tardi fu primo ballerino, coreografo e per un periodo anche direttore della compagnia di balletto dell'Opéra de Paris. Ha scritto anche diversi libri sulla danza, illustrandoli personalmente con i suoi disegni. Viene considerato uno dei creatori della cosiddetta danza neoclassica.

Fu importante per le sue teorie sul balletto, ispirate ai cinque punti fondamentali scritti da Michel Fokine nel 1914, sui quali doveva poggiare il balletto classico del Novecento.[1]

Quindi Lifar affermò l'indipendenza del balletto da ogni altra arte, oltre che la sua priorità ed emancipazione dalla musica.[1]

Uno degli esempi delle sue teorie risultò la coreografia di Icaro, priva quasi completamente di accompagnamento musicale, tranne le percussioni.[1]

Lifar, nel corso della sua carriera scrisse numerosi saggi, tra i quali una Storia del balletto russo e un Trattato sulla danza accademica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c le muse, VI, Novara, De Agostini, 1964, p. 479.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN111314053 · ISNI (EN0000 0001 1032 7961 · LCCN (ENn50050148 · GND (DE119451328 · BNF (FRcb11913014g (data)