Sergeï Sviatchenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sergeï Sviatchenko

Sergeï Sviatchenko (Kharkov, 7 ottobre 1952) è un artista e pittore ucraino che abita in Danimarca dal 1990.

Sviatchenko ha conseguito un diploma d'architetto e d'artista all'Accademia d'arte e architettura di Kharkov nel 1975. Nel 1986 ottiene il dottorato alla Scuola d'architettura di Kiev.

Stile[modifica | modifica sorgente]

Lo stile di Sviatchenko è facile da riconoscere: una forma d'espressionismo astratto. Sviatchenko cambia il motivo più volte allo scopo di evocare alcune sensazioni nello spettatore. La profondità delle sue pitture di paesaggi è spesso più importante del motivo stesso. Il mezzo preferito di Sviatchenko è la pittura acrilica, ma ha anche fatto arte di installazione, video, fotografia e collage. Il collage è ciò che lo ha reso famoso in Ucraina. L'arte astratta, come è noto, non era accettata nell'Unione Sovietica.

Ispirazione[modifica | modifica sorgente]

L'arte di Sviatchenko è influenzata dal surrealismo e dall'architettura. Michelangelo e Le Corbusier, che hanno collegato l'arte con l'architettura, sono modelli per Sviatchenko. Il padre di Sergeï Sviatchenko, Ievgueni Sviatchenko, che era professore universitario d'architettura ed artista lui stesso, fu suo ispiratore. Mostrò a Sergeï l'arte russa di prima della Rivoluzione d'ottobre, dove il colore bianco era particolarmente usato per la luce e lo spazio nella pittura.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

  • Sviatchenko, Sergei. Sergei Sviatchenko, Borgens Forlag, 2002
  • Sviatchenko, Sergei. Sergei Sviatchenko: Paintings & Others 1991-2006, Hovedland, 2006

Controllo di autorità VIAF: 62430909 LCCN: no2007046318