Senza Rete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Senza Rete
Logo del programma
Anno 1968 - 1975
Genere Show Musicale
Durata 120 min
Produttore Rai
Presentatore Luciano Salce, Raffaele Pisu, Ric e Gian, Enrico Montesano, Paolo Villaggio, Renato Rascel, Aldo Giuffré, Alberto Lupo, Lino Banfi, Pippo Baudo, Jenny Tamburi.
Regia Enzo Trapani (1968-1972)
Giancarlo Nicotra (1973-1975)
Musiche Pino Calvi (1968-1973),
Bruno Canfora (1974),
Tony De Vita (1975)
Rete Programma Nazionale

Senza Rete fu un popolare varietà televisivo andato in onda dall'Auditorium Rai di Napoli per otto edizioni dal 1968 al 1975 sul Programma Nazionale.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Diretto per le prime cinque edizioni (1968-1972) da Enzo Trapani e successivamente da Giancarlo Nicotra (1973-1975) con i testi di Giorgio Calabrese, il programma era uno show musicale in cui ogni puntata era completamente dedicata a un cantante (in seguito divennero due). Fra i tanti che si avvicendarono alla conduzione del programma troviamo: Raffaele Pisu, Luciano Salce, Ric e Gian, Enrico Montesano, Paolo Villaggio, Renato Rascel, Aldo Giuffré, Alberto Lupo con Jenny Tamburi e Lino Banfi. Quest'ultimo debuttò in televisione proprio in questo programma.

La novità dello show stava nel fatto che i cantanti, contrariamente a quanto avveniva nelle altre trasmissioni televisive dell'epoca, si esibivano completamente dal vivo con l'accompagnamento di una grande orchestra, quindi senza la "rete" di sicurezza del playback. L'orchestra fu diretta per le prime sei edizioni da Pino Calvi, quindi nel 1974 la direzione passò a Bruno Canfora e nel 1975 a Tony De Vita.

Tantissimi furono i cantanti che si esibirono nel corso delle varie edizioni: Mina, Marcella Bella, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, Ornella Vanoni, Patty Pravo, Johnny Dorelli, Caterina Caselli, Domenico Modugno, Mia Martini, Milva, Massimo Ranieri, i Pooh, Antonello Venditti, Little Tony, Peppino Gagliardi, Iva Zanicchi, Orietta Berti, Sergio Endrigo, Anna Identici, Nada, Gigliola Cinquetti, Rosanna Fratello, Enzo Jannacci, Miranda Martino, Bruno Lauzi, Romina Power, Gabriella Ferri, Rino Gaetano, Giorgio Gaber, Riccardo Cocciante, Nicola Di Bari, Peppino Di Capri, Fred Bongusto, i Vianella, i New Trolls, Nicola Arigliano, Le Orme, Juliette Greco, Charles Aznavour, Gilda Giuliani, Ombretta Colli, Donatello, Mino Reitano, Carmen Villani, Marisa Sacchetto, Paola Musiani, Schola Cantorum, Wess & Dori Ghezzi.

Il successo in termini di ascolti fu straordinario tanto che il programma, che debuttò giovedì 27 giugno 1968 alle ore 21, ebbe ben otto edizioni e, dal 1970, andò in onda il sabato sera arrivando a totalizzare oltre 18 milioni di telespettatori a puntata[1]. Da ricordare la scenografia con le svettanti canne d'organo, valorizzata dal bianco e nero dell'epoca.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Data originale
di trasmissione
Conduttore/i Puntate Ospiti Direzione
musicale
1968 [2] 27 giugno - 15 agosto vari 7 Rita Pavone, Johnny Dorelli, Mina, Gianni
Morandi
, Ornella Vanoni, Claudio Villa, Milva
Pino Calvi
1969 [2] 19 giugno - 15 agosto Luciano Salce [3] 7 Pino Calvi [3]
1970 [4] 20 giugno - 8 agosto Enrico Simonetti 6 Pino Calvi
1971 [5] 26 giugno - 14 agosto Paolo Villaggio 8 Pino Calvi
1972 [6] 15 luglio - 1º settembre Renato Rascel 8 Pino Calvi
1973 [7] 30 giugno - 25 agosto Aldo Giuffré 8 Pino Calvi
1974 [7] 13 luglio - 24 agosto Pippo Baudo 7 Bruno Canfora
1975 [8] 5 luglio - 16 agosto Alberto Lupo, Jenny
Tamburi
e Lino Banfi [3]
7 Wess & Dori Ghezzi Tony De Vita

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Con parole mie - Puntata del 27 gennaio 2012 - Puntata storica: Senza rete - edizione 1968
  2. ^ a b Varietà 1967-1969, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  3. ^ a b c Non riportato sul sito Rai Teche
  4. ^ Varietà 1969-1971, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  5. ^ Varietà 1971-1972, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  6. ^ Varietà 1972-1973, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  7. ^ a b Varietà 1973-1974, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.
  8. ^ Varietà 1974-1975, in Rai Teche, Rai. URL consultato il 9 gennaio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione