Semi di fico d'India

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Semi di fico d'India
Autore(a cura di) Marco Nardini
1ª ed. originale2005
Generenarrativa
Sottogenereracconti
Lingua originale italiano

Semi di fico d'India. Venti bracciate nella nuova scrittura italiana raccoglie testi di venti autori italiani under 40. Offre un panorama eterogeneo della nuova narrativa italiana, proponendo sia autori affermati che esordienti, tenuti insieme da un filo conduttore: l'estate.

È un'antologia curata da Marco Nardini (1980), pubblicata dall'editore Nuova Dimensione di Portogruaro (VE) e presentata in anteprima alla Fiera Internazionale del Libro di Torino il 7 maggio 2005. Nel libro, oltre ai racconti, vi sono contributi di artisti che operano in diversi settori: una prefazione-trailer del giornalista-scrittore-esploratore Davide Sapienza, un intervento del cantante dei Mambassa Stefano Sardo, un'opera grafica dell'illustratore Marco Acciaro.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il libro contiene venti racconti di altrettanti autori italiani, che poco hanno in comune fra loro, se non il rappresentare una particolare fetta di mercato della nuova narrativa italiana: quella più alternativa. Gli autori, alcuni più affermati altri quasi esordienti, salpano insieme per un viaggio all'interno della stagione estiva, ognuno col proprio stile e col proprio "occhio" scrutatore attento a osservare la nostra contemporaneità.

Il volume ha ricevuto critiche, articoli e recensioni dalla maggior parte dei quotidiani italiani e delle riviste di settore, che hanno riscontrato come punto di forza proprio l'eterogeneità dei testi e il buon accostamento fra gli scrittori già noti e i giovani ("... corpo a corpo tra autori affermati e sconosciuti sul tema dell'estate. La sorpresa è nella più che buona qualità del lavoro anche dei non ancora noti ...", Mirella Appiotti, Tuttolibri - La Stampa).

L'antologia si distacca dalle raccolte precedenti (vedi Gioventù cannibale, Einaudi 1996, e Gli intemperanti, Meridiano Zero 2004) per la scelta di non aver mostrato una realtà editoriale legata da stili e tematiche simili. Si cercano, invece, di portare alla luce le differenze e le diverse correnti dei giovani narratori, in questo caso tenuti insieme dal leitmotiv dell'estate, pretesto per parlare dei nostri giorni e far emergere le differenti personalità degli autori.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, dal racconto Lo senti il rumore dei capelli che crescono? di Marco Nardini è stato tratto un cortometraggio intitolato Buongiorno e diretto da Alice Borin, risultato vincitore del concorso di cortometraggi RacCorti, promosso dall'emittente padovana Radio Sherwood. Il 2 settembre 2008 il cortometraggio è stato proiettato alla 65ma Mostra del Cinema di Venezia, all'interno del 3° Venice International Short Film Market, presso il Circuito Off a San Servolo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura