Selezione di calcio della Sardegna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sardegna Sardegna
NatzionaleSardignaLogo.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Sport Football pictogram.svg Calcio
Federazione FINS - Federatzione Isport Natzionale Sardu
Confederazione CONIFA
Soprannome Sa Natzionale Sarda
Selezionatore Sardegna Bernardo Mereu
Record presenze Gianfranco Zola, Giuseppe Nioi (2)
Capocannoniere Francesco Virdis (3)
Esordio internazionale
Sardegna Sardegna 2 - 10 Inghilterra Inghilterra
Oristano; 5 giugno 1990
Migliore vittoria
Sardegna Sardegna 7 - 1 Flag of the Istrangios Sardinia.png Istràngios de Sardigna[1]
Nuoro; 19 marzo 2019
Peggiore sconfitta
Sardegna Sardegna 2 - 10 Inghilterra Inghilterra
Oristano; 5 giugno 1990

La Selezione di calcio della Sardegna (in sardo Natzionale sarda de Bòcia), è una rappresentativa calcistica non affiliata alla FIFA, ma alla CONIFA, confederazione calcistica internazionale che racchiude le selezioni di nazioni, etnie e popoli senza Stato, ed è la Nazionale di calcio della Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime storiche amichevoli[modifica | modifica wikitesto]

La prima apparizione ufficiale documentata di una Nazionale sarda risale al 1990. La Nazionale inglese si trovava in Sardegna in ritiro per la preparazione dei Mondiali di Italia '90, dove tra l'altro avrebbe poi disputato, a Cagliari, due delle tre partite della fase a gironi (contro Egitto e Irlanda)[2]. Venne pertanto allestita una formazione dei migliori giocatori sardi pescati tra Serie C1 (Torres), C2 (Olbia, Tempio e La Palma) e dilettanti (Nuorese e Tharros), più Gianfranco Zola, unico professionista e allora militante nel Napoli fresco di Scudetto, per poter affrontare gli inglesi nel test pre-mondiale. I primi giocatori a vestire la maglia della nazionale della Sardegna, agli ordini di Mariano Dessì, uno dei migliori allenatori sardi di quell'epoca, furono Nioi in porta, Spano, Moro, Bortolini e Tomasso in difesa, il futuro direttore sportivo del Cagliari Francesco Marroccu, Martinez, Tolu ed Ennas a centrocampo, Corda e Zola[2]. Nel secondo tempo entrarono anche Toffolon, Laconi, Carta, Nieddu, Di Laura, Mura, Napoli, Fara, e Angioni. La partita terminò 10-2 per gli inglesi: curiosamente andò in vantaggio la Sardegna, ma solo grazie a un autogol volontario di Steve McMahon al primo minuto prima che i giocatori isolani toccassero ancora il pallone. Tale gesto volle simboleggiare metaforicamente quello che sarebbero state eventuali azioni violente degli Hooligans, la frangia più facinorosa dei tifosi inglesi, al tempo temuti in tutta Europa[3]. Dopo tale manifestazione, la partita visto lo squilibrio di forze venne dominata dall'Inghilterra che segnò con lo stesso McMahon, una tripletta di Neil Webb e una di Peter Beardsley, una doppietta di Steve Bull e una rete di David Platt. Per Alessandro Tomasso del Tempio ci fu comunque la gloria di segnare il primo gol della storia della Natzionale.[4]

Foto di gruppo della Nazionale sarda nel 1997 prima dell'amichevole contro la Corsica disputatasi a Nuoro

Si dovettero aspettare 7 anni prima di rivedere una Selezione della Sardegna in campo. Nel luglio del 1997, al Quadrivio di Nuoro, grazie al dirigente nuorese del partito indipendentista sardo Sardigna Natzione Indipendentzia Francesco Cesaraccio[5], venne organizzata un'amichevole tra le nazionali delle Isole sorelle, Sardegna e Corsica. Rispetto alle precedenti convocazioni contro gli inglesi, la rosa contenne diversi calciatori professionisti e sostanzialmente il meglio del calcio sardo di allora. Il Commissario Tecnico fu Gustavo Giagnoni che chiamò in porta Gianfranco Pinna e Giuseppe Nioi. In difesa Gian Battista Scugugia, Vittorio Pusceddu, Gianluca Festa e Salvatore Matrecano. A centrocampo Pier Giovanni Rutzittu, Marco Sanna, Pietro Garau, Massimiliano Pani, Alessandro Manca, Igor Marziano e due figli di emigrati: il sardo-tedesco Sergio Allievi e il sardo-olandese Daniel Agus. In attacco Gianfranco Zola, Tomaso Tatti, Roberto Manca, Roberto Cau, Emanuele Matzuzzi e un altro emigrato, il sardo-belga Antonio Lai. Da notare come il portiere Nioi e Zola siano stati gli unici convocati in entrambi gli appuntamenti, diventando così primatisti nella classifica di presenze. La partita in sé è equilibrata e venne vinta di misura per 1-0 con gol al ventesimo minuto del secondo tempo di Zola.[6]

I primi tentativi di affiliazione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

La storia dimostrò che tale operazione rimase occasionale e solo 11 anni dopo si ritornò a parlare di Nazionale Sarda. Nel 2008[2] infatti a Gonnosfanadiga viene fondata la Lega Federale Calcio Sardegna (sul modello della Lega Federale Calcio Padania) per opera di Giampiero Sogus, carrarese di madre toscana e padre sardo, con il coinvolgimento, come vice presidente dell'allora sindaco del paese ai piedi del Monte Linas Sisinnio Zanda, come consigliere l'albergatore Marco Sardu e come segretario l'avvocato Franco Loi. Immediatamente la Lega viene iscritta all'NF-Board, allora dedita all'organizzazione delle competizioni "Non-FIFA", tra cui la VIVA World Cup. [7]

Pur rimanendo ufficialmente iscritta alla confederazione mondiale fino al suo scioglimento, nessuna nazionale sarda verrà mai costituita, neanche per delle amichevoli, se non per un torneo amatoriale in Toscana in cui lo stesso Sogus iscrisse una squadra a nome "Sardegna" ma con giocatori toscani senza origini isolane.

L'era FINS e l'affiliazione alla CONIFA[modifica | modifica wikitesto]

Logo della Federatzione Isport Natzionale Sardu (FINS), federazione sportiva nata nel 2012 e che dal 2018 gestisce anche la selezione di calcio.

Nel 2012[2], grazie a iniziative culturali del partito politico indipendentista ProgReS, viene creata la Federazione Isport Natzionale Sardu (FINS), con l'obbiettivo della creazione di selezioni nazionali sarde, non solo limitate al calcio. Le prime esperienze infatti sono relative alla creazione della Nazionale di calcio a 5, che sia nel 2012 sia nel 2013 scende in campo prima a Fordongianus e poi a Nuoro per delle amichevoli con l'omologa selezione della Catalogna. [8]

Contemporaneamente, nel 2013, causa la sfortunata occorrenza dell'arrivo in Sardegna del Ciclone Cleopatra, che causò 19 vittime, la società sarda ritornò a proporre la costituzione di una selezione calcistica, anche solo per una amichevole di beneficenza in grado di raccogliere fondi per le vittime e per la ricostruzione dei centri abitati colpiti dalla perturbazione. Per l'organizzazione si offrì il giornalista di Assemini Vittorio Sanna, radiocronista delle partite del Cagliari per l'emittente privata Radiolina e si mise in contatto con i diversi calciatori professionisti sardi dell'epoca. All'inizio l'organizzazione si mosse per un'amichevole contro lo stesso Cagliari ma l'allora presidente Massimo Cellino non diede il consenso. Si tentò successivamente pertanto di organizzare un'altra amichevole contro la Corsica e si fissò pure la data a maggio dell'anno successivo, ma alla fine non se ne fece più nulla.[9][10]

Solamente 5 anni dopo, i progetti di Sanna e l'organizzazione della FINS collimarono e il 13 ottobre 2018 la federazione annunciò l'affiliazione alla CONIFA (Confederation of Independent Football Associations), massimo organismo internazionale per il calcio non affiliato alla FIFA che raggruppa tutte le “nazionali senza Stato” e organizza, tra le varie competizioni, la Coppa del mondo CONIFA, trofeo che andò a sostituire la VIVA World Cup organizzata sotto l'egida della defunta NF-Board. Contemporaneamente all'ingresso in CONIFA, la FINS annunciò la partecipazione agli Europei del 2019 in Artsakh[11]. La settimana successiva venne annunciato il nuovo commissario tecnico, il sardo di Triei Bernardo Mereu, storico allenatore sardo che guidò formazioni isolane nei vari campionati professionistici e interregionali.[12]

La prima partita dell'era FINS, la terza in totale della storia della Natzionale, venne disputata il 19 marzo 2019 allo Stadio Franco Frogheri di Nuoro contro gli Istrangios de Sardigna, una selezione formata dai migliori stranieri militanti nelle formazioni dilettantistiche sarde, vinta dai sardi 7-1. In rete Francesco Virdis del Savona con una tripletta, Daniele Molino del Sanremese, Samuele Spano del Budoni e Toni Gianni del Latte Dolce. Per l'occasione furono convocati oltre 50 giocatori: i club professionisti però, vista la stagione sportiva in corso, non diedero l'ok per la partecipazione. La rosa fu quindi composta da soli giocatori dilettanti ad eccezione di due giocatori dell'Arzachena e Robert Acquafresca (Sion) e Paolo Dametto (Feralpisalò) con questi ultimi due comunque accomodatisi in panchina.[13]

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Dalla gestione FINS, il colore principale utilizzato è il verde chiaro, a detta della federazione "un richiamo storico e un auspicio affinché la Sardegna torni, anche in campo calcistico, ad un periodo di floridezza culturale ed economica, giocando e aprendosi in prima persona al mondo".[14]

Lo stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma della Natzionale è uno scudo arrotondato con diversi elementi presi dalla cultura sarda. Nella parte superiore, su sfondo verde è presente la dicitura, in lingua sarda, Sardigna e Natzionale de Bòcia (in italiano traducibile in Nazionale di Pallone). Nella parte principale invece sono presenti i classici Quattro mori sebbene con la croce di San Giorgio in versione verde. Al centro della croce poi, incastonato in un pentagono verde estrapolato dall'iconico standard del pallone da calcio, un albero eradicato stilizzato, simbolo del Giudicato d'Arborea, ultima entità rappresentante la Sardegna indipendente e simbolo che tuttora caratterizza nelle più diverse varianti gli stemmi di più di 80 comuni dell’Isola.[14]

Divisa[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo incontro contro l'Inghilterra del 1990 l'XI sardo scese in campo con una maglia bianca con dettagli e colletto a polo azzurri, mentre i pantaloncini erano rossi[15]. Nella seconda esperienza del 1997 la formazione utilizzò un completo totalmente rosso con una grande bandiera dei quattro mori nel petto. Nel 2018, con la rifondazione della selezione, furono presentate le nuove maglie ufficiali prodotte dallo sponsor tecnico Eye Sportswear. Per la prima maglia si scelse una divisa bianca impreziosita da dettagli verdi di diverse tonalità e una trama rimembrante i ricami tipici dell'artigianato sardo sulla parte centrale della divisa, colori derivanti dal Giudicato di Arborea, mentre per la maglia da trasferta si è optato per una divisa completamente rossa con risvolti bianchi, in onore della bandiera dei quattro mori.[16].

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1990
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1997
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2018-

Record individuali[modifica | modifica wikitesto]

Gianfranco Zola, detentore del record di presenze in compartecipazione con Giuseppe Nioi
  • Tabella aggiornata al 19 marzo 2019. Il grassetto indica giocatori ancora in attività in nazionale.
Record presenze Record reti Record presenze da capitano
Pos. Giocatore Periodo Presenze Reti Pos. Giocatore Periodo Reti Presenze Reti/pr. Pos. Giocatore Pres. capitano
1 Gianfranco Zola 1990-1997 2 1 1 Francesco Virdis 2019- 3 1 3 1 Gianfranco Zola 1
2 Giuseppe Nioi 1990-1997 2 -5 2 Alessandro Tomasso 1990 1 1 1 1 Vittorio Pusceddu 1
2 Daniele Bianchi 2019- 1 1 1 1 Claudio Pani 1
2 Daniele Molino 2019- 1 1 1
2 Samuele Spano 2019- 1 1 1
2 Toni Gianni 2019- 1 1 1
7 Gianfranco Zola 1990-1997 1 2 0.5

Capitani[modifica | modifica wikitesto]

Commissari tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del mondo CONIFA[modifica | modifica wikitesto]

Anno Risultato G V P S GF GS
Lapponia Lapponia 2014 inattiva - - - - - -
Abcasia Abcasia 2016 inattiva - - - - - -
Flag of Ogaden National Liberation Front(2).svg Brava 2018 inattiva - - - - - -
Somaliland Somaliland 2020 iscritta - - - - - -
Totale 0 0 0 0 0 0

Coppa europea di calcio CONIFA[modifica | modifica wikitesto]

Anno Risultato G V P S GF GS
Székelyzászló(SZNT).png Terra dei Siculi 2015 inattiva - - - - - -
Cipro del Nord Cipro Nord 2017 inattiva - - - - - -
Flag of Artsakh.svg Artsakh 2019 partecipante 0 0 0 0 0 0
Totale 0 0 0 0 0 0

Rosa attuale[modifica | modifica wikitesto]

Lista dei giocatori convocati per l'amichevole del 19 marzo 2019 allo Stadio Franco Frogheri di Nuoro contro gli Istràngios de Sardigna, una rappresentativa di stranieri militanti in Sardegna.[17]

  • CT: Sardegna Bernardo Mereu

Presenze, reti e numerazione aggiornate al 24 marzo 2019.

N. Pos. Giocatore Data nascita (età) Pres. Reti Squadra
1 P Marco Ruzittu 15 giugno 1991 (27 anni) 1 -0 Sardegna Arzachena
99 P Alessandro Lai 1º gennaio 2000 (19 anni) 1 -1 Sardegna Latte Dolce
* P Simone Aresti 15 marzo 1986 (33 anni) 0 -0 Sardegna Cagliari
* P Mauro Vigorito 22 maggio 1990 (28 anni) 0 -0 Italia Lecce
2 D Alessio Fadda 4 ottobre 1995 (23 anni) 1 0 Sardegna Atletico Uri
3 D Simone Varrucciu 11 settembre 1992 (26 anni) 1 0 Sardegna Budoni
4 D Marco Cabeccia 25 maggio 1987 (31 anni) 1 0 Sardegna Latte Dolce
6 D Antonio Usai 21 luglio 1993 (25 anni) 1 0 Sardegna Tortolì
15 D Giampaolo Sirigu 3 marzo 1994 (25 anni) 1 0 Italia Delta Porto Tolle
26 D Paolo Dametto 28 giugno 1993 (25 anni) 0 0 Italia Feralpisalò
27 D Marco Russu 15 ottobre 1995 (23 anni) 1 0 Sardegna Nuorese
* D Federico Boi 10 luglio 1991 (27 anni) 0 0 Sardegna Castiadas
* D Antonio Aldo Caracciolo 28 giugno 1994 (24 anni) 0 0 Italia Cremonese
* D Andrea Congiu 19 dicembre 1993 (25 anni) 0 0 Sardegna Lanusei
* D Dario Del Fabro 24 marzo 1995 (24 anni) 0 0 Italia Cremonese
* D Emerson Ramos Borges 16 agosto 1980 (38 anni) 0 0 Italia Potenza
* D Riccardo Idda 26 dicembre 1988 (30 anni) 0 0 Italia Cosenza
* D Davide Moi 7 giugno 1985 (33 anni) 0 0 Sardegna Arzachena
* D Nicola Murru 16 dicembre 1994 (24 anni) 0 0 Italia Sampdoria
* D Simone Pinna 17 ottobre 1997 (21 anni) 0 0 Sardegna Olbia
* D Francesco Pisano 29 aprile 1986 (32 anni) 0 0 Sardegna Olbia
16 C Stefano Mereu 8 aprile 1987 (32 anni) 1 0 Sardegna Atletico Uri
19 C Andrea Porcheddu 19 agosto 1999 (19 anni) 1 0 Sardegna Arzachena
21 C Daniele Bianchi 21 luglio 1988 (30 anni) 1 1 Sardegna Latte Dolce
23 C Claudio Pani Captain sports.svg 11 marzo 1986 (33 anni) 1 0 Malta Sliema Wanderers
41 C Toni Gianni 8 marzo 1995 (24 anni) 1 1 Sardegna Latte Dolce
43 C Alessandro Masala 17 novembre 1996 (22 anni) 1 0 Sardegna Latte Dolce
* C Francesco Bianco 23 novembre 2000 (18 anni) 0 0 Sardegna Torres
* C Francesco Bombagi 7 settembre 1989 (29 anni) 0 0 Italia Pordenone
* C Salvatore Burrai 26 maggio 1987 (31 anni) 0 0 Italia Pordenone
* C Davide Carrus 19 marzo 1979 (40 anni) 0 0 Sardegna Castiadas
* C Alessandro Deiola 1º agosto 1995 (23 anni) 0 0 Sardegna Cagliari
* C Andrea Demontis 10 gennaio 1995 (24 anni) 0 0 Sardegna Lanusei
* C Francesco Dettori 2 marzo 1983 (36 anni) 0 0 Italia Potenza
* C Riccardo Doratiotto 7 giugno 1999 (19 anni) 0 0 Sardegna Cagliari
* C Andrea Feola 26 giugno 1992 (26 anni) 0 0 Italia Bari
* C Daniele Giorico 1º gennaio 1992 (27 anni) 0 0 Italia Virtus Verona
* C Stefano Guberti 6 novembre 1984 (34 anni) 0 0 Italia Siena
* C Pietro Ladu 2 giugno 1995 (23 anni) 0 0 Sardegna Lanusei
* C Karim Laribi 20 aprile 1991 (28 anni) 0 0 Italia Verona
* C Alessandro Masia 28 settembre 1995 (23 anni) 0 0 Italia Sandonà 1922
* C Marco Mancosu 22 agosto 1988 (30 anni) 0 0 Italia Lecce
* C Mattia Muroni 6 aprile 1996 (23 anni) 0 0 Sardegna Olbia
* C Giuseppe Nuvoli 16 novembre 1987 (31 anni) 0 0 Sardegna Arzachena
9 A Robert Acquafresca 11 settembre 1987 (31 anni) 0 0 Svizzera Sion
10 A Francesco Virdis 16 gennaio 1985 (34 anni) 1 3 Italia Savona
20 A Samuele Spano 7 luglio 1994 (24 anni) 1 1 Sardegna Budoni
22 A Paolo Palmas 4 agosto 1993 (25 anni) 1 0 Sardegna Latte Dolce
25 A Alessandro Cadau 1º ottobre 1984 (34 anni) 1 0 Sardegna Muravera
42 A Emanuele Fini 30 aprile 2000 (18 anni) 1 0 Sardegna Latte Dolce
56 A Daniele Molino 15 gennaio 1987 (32 anni) 1 1 Italia Sanremese
- A Nicolò Sanna 5 settembre 1999 (19 anni) 1 0 Italia Latina
* A Andrea Cocco 8 aprile 1986 (33 anni) 0 0 Italia Padova
* A Matteo Mancosu 22 dicembre 1984 (34 anni) 0 0 Italia Virtus Entella
* A Giuseppe Mastinu 9 ottobre 1991 (27 anni) 0 0 Italia Spezia
* A Antonio Mesina 11 gennaio 1993 (26 anni) 0 0 Sardegna Castiadas
* A Daniele Ragatzu 21 settembre 1991 (27 anni) 0 0 Sardegna Olbia
* A Andrea Sanna 25 gennaio 1983 (36 anni) 0 0 Sardegna Arzachena
* A Stefano Sarritzu 19 maggio 1992 (26 anni) 0 0 Sardegna Torres
* A Marco Sau 3 novembre 1987 (31 anni) 0 0 Italia Sampdoria
* A Luigi Scotto 18 settembre 1990 (28 anni) 0 0 Italia Mantova
  • *: I giocatori indicati con l'asterisco non ricevettero dalle società proprietarie del cartellino il nulla-osta per la disputa dell'amichevole.

Partite disputate[modifica | modifica wikitesto]

Data Competizione Luogo Stadio Squadra di casa Ospiti Risultato Tabellino
5 giugno 1990 Amichevole Oristano, Sardegna Stadio Comunale Tharros Sardegna Sardegna Inghilterra Inghilterra 2-10 [4]
luglio 1997 Amichevole Nuoro, Sardegna Stadio Quadrivio Sardegna Sardegna Corsica Corsica 1-0 [6]
19 marzo 2019 Amichevole Nuoro, Sardegna Stadio Franco Frogheri Sardegna Sardegna Flag of the Istrangios Sardinia.png Istràngios de Sardigna[18] 7-1 [13]
2 giugno 2019 Amichevole Olbia, Sardegna Stadio Bruno Nespoli Sardegna Sardegna Corsica Corsica

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito web ufficiale della Federatzione Isport Natzionale Sardu[19]:

Staff Tècnicu de sa Natzionale Sarda de Bòcia
  • Commissario tecnico: Bernardo Mereu
  • General manager: Vittorio Sanna
  • Collaboratore tecnico: Stefano Udassi
  • Team Manager: Marcello Sanfelice
  • Allenatore dei portieri: Giuseppe Nioi
  • Preparatore atletico: Fabrizio D'Elia
  • Magazziniere: Gigi Manca
  • Responsabile Medico: Giorgio Demuro
  • Medico: Daniele Farci
  • Fisioterapista: Carlo Emanuele Pusceddu
  • Fisioterapista: Rossano Mastino
  • Fisioterapista: Emanuele Randelli
  • Segretario: Stefano Sedda
  • Public Relations: Mattia Dessì

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rappresentativa composta da giocatori stranieri militanti in Sardegna
  2. ^ a b c d The Sardinia National Team, NSS Magazine.
  3. ^ (EN) England's Matches Unofficial 1946 onwards, su www.englandfootballonline.com. URL consultato il 5 marzo 2019.
  4. ^ a b Federico Ventagliò, Quel precedente della Nazionale Sarda, su www.tuttocagliari.net, 26 gennaio 2015. URL consultato il 5 marzo 2019.
  5. ^ Bustianu Cumpostu - NATZIONALE SARDA 2019 - GIOGAT CRAS IN NUGORO MA EST GIUSTU A AMMENTARE SA NATZIONALE SARDA 1998
  6. ^ a b FINS - Federatzione Isport Natzionale Sardu: #SardinianFootballHistory (Pagina ufficiale Facebook)
  7. ^ Mario Carta, Un posto per i quattro mori ai mondiali di calcio, su La Nuova Sardegna, 10 dicembre 2008. URL consultato il 5 marzo 2019.
  8. ^ Nuoro ospita la Fins, catalani e sardi in un derby di futsal indipendentista, su Diario Sportivo, 27 luglio 2013. URL consultato il 5 marzo 2019.
  9. ^ Nazionale Sardegna contro Cagliari: amichevole per gli alluvionati, su Goal.com, 26 novembre 2013. URL consultato il 5 marzo 2019.
  10. ^ Alluvione, nazionale sarda in campo contro la Corsica, su La Nuova Sardegna, 5 dicembre 2013. URL consultato il 5 marzo 2019.
  11. ^ (EN) Sardinia joins CONIFA – and aims to build the Sardinian national football team, su FINS-Sardigna, 13 ottobre 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  12. ^ Bernardo Mereu è il CT della Nazionale Sarda, su FINS-Sardigna, 19 ottobre 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  13. ^ a b Natzionale sarda, 7 gol al debutto, su Centotrentuno.com, 19 marzo 2019. URL consultato il 19 marzo 2019.
  14. ^ a b FINS Sardigna, Lo Stemma, su www.fins-sardigna.net. URL consultato il 5 marzo 2019.
  15. ^ Filmato audio 5 giugno 1990: la "Nazionale" sarda sfida l'Inghilterra di Bobby Robson, SardegnaSport.com, 8 giugno 2016. URL consultato il 5 marzo 2019.
  16. ^ Mauro Madeddu, La maglia della Sardegna La Nazionale di Mereu vestirà in biancoverde e rosso, in comunecagliarinews.it/, L'Unione Sarda, 18 dicembre 2018. URL consultato il 5 marzo 2019.
  17. ^ (SC) FINS Sardigna, Convocazioni Natzionale Sarda per la partita del 19 Marzo, su www.fins-sardigna.net. URL consultato il 1º marzo 2019.
  18. ^ Rappresentativa composta da giocatori stranieri militanti in Sardegna
  19. ^ Federatzione Isport Natzionale Sardu, https://fins-sardigna.net/it/natzionale-sarda/staff-tecnicu/. URL consultato il 6 marzo 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio