Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Epson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Seiko Epson)
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il centro meteorologico, vedi Centro Epson Meteo.
Seiko Epson Corporation
Logo
StatoGiappone Giappone
Forma societariapublic company
ISINJP3414750004
Fondazione1942 a Suwa
Sede principaleSuwa
Persone chiaveMinoru Usui, presidente
Settoreelettronica
Prodotti
Fatturato¥1,024 trilioni (2016)
Dipendenti80.000 (2016)
Slogan«Exceed Your Vision»
Sito web

La Seiko Epson Corporation (セイコーエプソン株式会社 Seikō Epuson Kabushiki-gaisha?), chiamata comunemente Epson è una compagnia giapponese operante nell'elettronica di consumo, e produttrice in particolare di stampanti (a getto d'inchiostro e laser), scanner d'immagine, orologi (attraverso la Seiko), personal computer, proiettori, home theatre, robot, registratori di cassa, laptop, circuiti integrati e componenti LCD.

La Epson conta circa ottantamila impiegati, e nell'anno fiscale 2016 (chiuso il 31 marzo 2017) ha riportato un fatturato di circa 1000 miliardi di yen (pari a 9,1 miliardi di dollari).[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Stampante Epson

Nel 1961 la Shinshu Seiki Co. (ora conosciuta come Epson), Ltd fu fondata per fornire parti per orologi di precisione alla Suwa Seikosha Co., Ltd. (ora Seiko Instruments, Inc), quando la Suwa Seikosha fu scelta come cronometrista ufficiale per le olimpiadi di Tokyo del 1964, si aprì il mercato delle stampanti per avere i tabulati dei tempi durante le gare, quindi la Shinshu Seiki Co. iniziò a produrre stampanti elettroniche. Nel settembre del 1968, lanciò la prima mini-stampante al mondo, la EP-101, che fu subito incorporata in molti calcolatori. Nel giugno 1975, fu coniato il nome "Epson" proprio dalla stampante EP, ("Son of EP", il figlio di EP, divenne appunto "Epson"). Nell'aprile dello stesso anno la Epson America Inc. iniziò a vendere stampanti per la Sinshu Seiki Co.

Nel giugno 1978, la "TX-80" una stampante ad aghi a ottanta colonne, fu venduta al pubblico e fu principalmente usata per i sistemi Commodore PET; dopo due anni di miglioramenti, nell'ottobre del 1980 fu messa in commercio la MX-80, che divenne la stampante più venduta negli Stati Uniti d'America.

Nel giugno 1982, la compagnia cambiò ufficialmente nome in "Epson Corporation" e lanciò il primo computer portatile, l'HX-20 (o HC-20); nel maggio 1983 produsse il primo televisore portatile LCD.

Nel novembre 1985, la Suwa Seikosha Co., Ltd. e la Epson Corporation si unirono nella Seiko Epson Corporation.

Nel maggio 1988 è il tempo dell'orologio a carica elettrica automatica, il primo al mondo nel suo genere. Nel giugno 1994, viene lanciata la prima Stylus Color, lasciando un importante segno nel campo delle stampanti per la casa.

Nel giugno 2003 Epson viene quotata alla borsa di Tokyo.

Nel 2004 la Epson inaugura il Tech Channel, un canale satellitare multilingua, principalmente in italiano ed inglese che si occupa di prodotti Epson ma anche di tematiche legate alla tecnologia. L'esperimento si trasferirà il 1º marzo sul web in forma ridotta.

Grafiche per rubriche meteo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Centro Epson Meteo.

Con computer Epson vengono elaborate le grafiche delle rubriche meteo in onda sulle reti Mediaset, sin dalla nascita della prima rubrica, il meteo di Studio Aperto, avvenuta nel 1991. Inizialmente le previsioni venivano fornite dal osservatorio meteorologico di Brera-Duomo-Milano, mentre in seguito è stato fondato un vero e proprio centro meteorologico la cui azienda giapponese è lo sponsor, il Centro Epson Meteo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Epson, risultati finanziari 2016 (PDF), su global.epson.com. URL consultato l'11 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN146263101 · ISNI: (EN0000 0004 0604 5015