Segno di Argyll Robertson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Segno di Argyll Robertson
Specialità oftalmologia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM 094.89 e 379.45
ICD-10 A52.1 e H58.0

Per segno di Argyll Robertson si intende un segno clinico tipico di alcune malattie del sistema nervoso centrale, come la tabe dorsale, la manifestazione più importante della sifilide terziaria. Consiste nell'abolizione del riflesso miotico (restringimento della pupilla) alla stimolazione luminosa, ma con conservazione della miosi all'accomodazione e convergenza.

Eponimo[modifica | modifica wikitesto]

Deve il suo nome al suo scopritore, l'oftalmologo e chirurgo scozzese Douglas Argyll Robertson.

Eziopatogenesi[modifica | modifica wikitesto]

Il segno di Argyll Robertson ha come sede della lesione la zona dei nuclei pretettali. Vengono ad essere bloccate così le connessioni tra le vie pupillari bilaterali ed i nuclei di Edinger-Westphal. Ciò interrompe le vie afferenti del riflesso fotomotore, ma lascia integre le vie della contrazione pupillare (miosi) dell'accomodazione.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bergamasco, Mutani, La Neurologia di Bergamini, Torino, Cortina, 2007.