Segnale di progressiva chilometrica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Segnale di progressività chilometrica

I segnali di progressiva chilometrica sono segnali stradali utilizzati in Italia che scandiscono i chilometri dall'inizio di una strada. Se la strada viene percorsa dalla fine all'inizio i chilometri visti sui vari segnali calano.

Fanno parte, assieme ai segnali di progressiva ettometrica, della categoria dei segnali di progressive distanziometriche[1], sottocategoria dei segnali di indicazione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sono stati introdotti con il nuovo codice della strada nel 1992.

In passato la stessa funzione veniva svolta dai cippi chilometrici in pietra, comunemente chiamati pietre miliari.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Segnale di progressiva chilometrica autostradale

Si tratta di un segnale quadrato di colore bianco con scritto il chilometro attuale della strada.

Tale segnale è accompagnato dal segnale che identifica la strada se indica i chilometri di una strada statale, regionale, provinciale o comunale extraurbana.

Se il segnale indica i chilometri di un'autostrada il segnale è accompagnato da un segnale verde (posizionato a destra o sotto il segnale principale) indicante l'uscita successiva con la distanza rimanente se il chilometro termina con 1, 3, 4, 6, 7 o 9, la prossima area di servizio con la distanza rimanente se il chilometro termina con 2, 5 e 8 o il capostrada con la distanza rimanente se il chilometro termina con 0[2].

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Per il segnale principale, cioè quello riportante il chilometro:[3]

Tipo di strada Lato Altezza
Autostrade, strade extraurbane principali e strade urbane di scorrimento 50 cm o 70 cm 20 cm o 25 cm
Altre strade 25 cm o 40 cm 10 cm o 15 cm

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Segnali di progressiva chilometrica con segnale di conferma[modifica | modifica wikitesto]

Segnale di progressiva chilometrica con segnale di conferma

Sono dei segnali composti che oltre ad integrare un segnale di progressiva chilometrica, integrano anche un segnale di conferma, cioè un segnale con le successive località raggiungibili tramite la strada oggetto del segnale.

L'organizzazione grafica del segnale può variare da strada a strada; la versione prevista dal Codice della Strada raffigura a titolo di esempio la strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero (figura II 265 D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 "Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada")[4].

Segnali di progressiva ettometrica[modifica | modifica wikitesto]

Segnale di progressiva ettometrica

Per scandire la distanza dal punto di inizio di una strada, vengono utilizzati anche i segnali di progressiva ettometrica.

Questi segnali vengono posizionati ogni 100 metri e riportano nella parte inferiore il chilometro dell'ultimo segnale di progressività chilometrica (se si percorre la strada dal punto di inizio) o del prossimo (se si percorre la strada dal punto di fine) e indica nella parte superiore gli ettometri in numeri romani la distanza dall'ultimo segnale (se si percorre la strada dal punto di inizio) o la distanza rimanente al prossimo segnale (se si percorre la strada dal punto di fine). Vengono posizionati su tutti i tipi di strade extraurbane la cui lunghezza sia tale da renderne opportuno l'uso[1].

Per la precisione l'esempio dell'immagine è posizionato al chilometro 24,800 della strada, anche scritto 24+800.

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Tipo di strada Lato
Autostrade, strade extraurbane principali e strade urbane di scorrimento 25 cm
Altre strade 20 cm

Note[modifica | modifica wikitesto]

Riferimenti normativi[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]