See You on the Other Side (Korn)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
See You on the Other Side
ArtistaKorn
Tipo albumStudio
Pubblicazione6 dicembre 2005
Durata61:06
Dischi1
Tracce14
GenereAlternative metal
Industrial metal
Nu metal
EtichettaEMI, Virgin
ProduttoreJonathan Davis, The Matrix, Atticus Ross
Registrazione6 aprile–18 giugno 2005, studio privato di Jonathan Davis, Los Angeles (California)
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 60 000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[2]
(vendite: 35 000+)
Germania Germania[3]
(vendite: 150 000+)
Canada Canada[4]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platinoNuova Zelanda Nuova Zelanda[5]
(vendite: 15 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[6]
(vendite: 1 000 000+)
Korn - cronologia
Album precedente
(2004)
Album successivo
(2006)
Singoli
  1. Twisted Transistor
    Pubblicato: 27 settembre 2005
  2. Coming Undone
    Pubblicato: 21 febbraio 2006
  3. Politics
    Pubblicato: 29 agosto 2006

See You on the Other Side è il settimo album in studio del gruppo musicale statunitense Korn, pubblicato il 6 dicembre 2005 dalla EMI e dalla Virgin Records.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

See You on the Other Side è il primo album inciso dai Korn per la EMI/Virgin e dopo la separazione del secondo chitarrista, Brian Welch, nonché l'ultimo con lo storico batterista David Silveria, che abbandonerà il gruppo nel 2006. Come il precedente Take a Look in the Mirror del 2003, è stato anch'esso prodotto dal cantante Jonathan Davis.

Rispetto agli album precedenti, presenta influenze industrial metal molto più forti, che lo avvicinano a sonorità tipiche di gruppi come Ministry, Nine Inch Nails e Marilyn Manson.

Esistono due versioni di questo disco, una standard composta da 14 tracce e confezione normale, e una deluxe, prodotta in tiratura limitata e caratterizzata da una copertina particolare e dalla presenza di un disco bonus contenente 4 brani e 2 video live. Dall'album sono stati estratti tre singoli: Twisted Transistor, Coming Undone e Politics, dei quali l'ultimo è stato semplicemente fatto girare in radio, senza la pubblicazione di un videoclip. Il primo è accompagnato da un videoclip a sfondo autoparodico, che ha come protagonisti quattro noti artisti rap/R&B statunitensi nei ruoli dei quattro componenti del gruppo (Lil Jon, Snoop Dogg, Xzibit e David Banner).

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Twisted Transistor – 4:12
  2. Politics – 3:16
  3. Hypocrites – 3:49
  4. Souvenir – 3:49
  5. 10 or a 2-Way – 4:41
  6. Throw Me Away – 4:41
  7. Love Song – 4:18
  8. Open Up – 6:19
  9. Coming Undone – 3:19
  10. Getting Off – 3:25
  11. Liar – 4:14
  12. For No One – 3:37
  13. Seen It All – 6:19
  14. Tearjerker – 5:05
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. It's Me Again – 3:35
  2. Eaten Up Inside – 3:18
  3. Last Legal Drug (Le Petit Mort) – 5:15
  4. Twisted Transistor (Dante Ross Mix) – 3:29
  5. Twisted Transistor (Dummies Club Mix) – 7:53
  • Tracce multimediali: Twisted Transistor and Hypocrites (dal vivo, registrata nella Luzhniki Arena di Mosca, il 22 settembre del 2005)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BPI Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 6 febbraio 2016. Digitare "Korn" in "Keywords", dunque premere "Search".
  2. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 2005 Albums, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  3. ^ (DE) Gold-/Platin-Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  6. ^ (EN) See You on the Other Side – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 6 febbraio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal