Sebastiano Gandolfi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sebastiano Gandolfi (Ischia di Castro, 1510 circa – Roma, 26 maggio 1555) è stato un letterato italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Amico e collaboratore di Annibal Caro, fu membro dell'Accademia dei Virtuosi e dell'Accademia dei Vignaioli, segretario di Pier Luigi Farnese e del Cardinal Ranuccio Farnese. Benché autore di Rime di stampo petrarchista [1], la sua figura di letterato è rimasta pressoché ignota agli studiosi fino al 2012, anno del ritrovamento del testamento. Era conosciuto dai suoi contemporanei come "il Cavalier" o "Cavalier messer Sebastiano Gandolfo". Con questi titoli è spesso citato da Annibal Caro nelle sue Lettere famigliari o da altri autori coevi. È ancor oggi visibile la sua casa a Ischia di Castro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rime (1547-1554), a cura di Domenico Chiodo, "Stracciafoglio", 9

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sebastiano Gandolfi: un segretario per i Farnese: atti della giornata di studi, Ischia di Castro, 13 aprile 2013, a cura di Alfredo Cento e Paolo Procaccioli, Manziana, Vecchiarelli, 2014
  • Domenico Chiodo, Introduzione a Rime (1547-1554), "Stracciafoglio", 9