Sebaldo da Norimberga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Sebaldo
Waldburg-Gebetbuch 086.jpg
Miniatura con San Sebaldo nel libro di preghiere detto Waldburg-Gebetbuch. Biblioteca di Stoccarda
 

Eremita

 
Venerato daTutte le Chiese che ammettono il culto dei santi
CanonizzazioneIl 26 marzo 1425 da papa Martino V
Santuario principaleChiesa di San Sebaldo a Norimberga.
Ricorrenza19 agosto
Attributibastone, rosario e la conchiglia
Patrono diPatrono di Norimberga.

Sebaldo, o Sinibaldo (tedesco: Sebald, latino: Sebaldus) (... – VIII secolo), è stato un religioso tedesco, vissuto come eremita nella zona di Norimberga (Baviera) e considerato santo dalla Chiesa cattolica.

Agiografia[modifica | modifica wikitesto]

Sebaldo da Norimberga di Sebastiano del Piombo

Secondo la leggenda era un principe danese, che ruppe il suo fidanzamento con una principessa francese in seguito al pellegrinaggio a Roma, quando ritornò come evangelizzatore della Franconia.

Dopo la sua morte, una coppia di buoi senza giogo portarono la salma a Norimberga, alla cappella di San Pietro, dove poi venne sepolto. Già nel 1070 la sua venerazione come santo attirava numerosi pellegrini, tanto che sulla sua tomba vi venne eretta nel 1223-74, la nuova chiesa di San Sebaldo.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

La tomba di San Sebaldo

Il 26 marzo 1425 Sebaldo venne canonizzato da papa Martino V. È il santo patrono della città di Norimberga. La sua festa è celebrata il 19 agosto. Gli sono attribuiti un bastoni, rosario e la conchiglia.

I pellegrinaggi alla sua tomba hanno contribuito notevolmente alla fioritura della città, tanto che, nel XVI secolo, Peter Vischer il Vecchio venne incaricato dal Consiglio cittadino di erigere una tomba monumentale attorno al sarcofago d'argento del santo.

La tomba di Sebaldo è considerata una speciale particolarità, infatti sono delle reliquie di un santo canonizzato dalla Chiesa cattolica, ma conservate in una chiesa evangelica.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Herbert Bauer, Herbert Liedel: Freche Putten, verführerische Frauen, wilde Männer. Entdeckungen am Sebaldusgrab, Norimberga, 2010, ISBN 978-3-939645-28-3.
  • (EN) David J. Collins: Reforming Saints: Saints' Lives and Their Authors in Germany, 1470-1530. Studi a Oxford in teologia storica. Oxford University Press, Oxford, 2008.
  • (DE) Georg Hammacher: St. Sebald, der Schutzpatron Nürnbergs. Cinquecentenario della sua canonizzazione 1425-1925. Norimberga, 1925.
  • (DE) Johann E. Stadler, Franz Joseph Heim, Johann N. Ginal: Vollständiges Heiligen-Lexikon, Ed. Schmid'sche, Augusta, 1882.
  • (DE) Gerhard Weilandt: Die Sebalduskirche in Nürnberg. Bild und Gesellschaft im Zeitalter der Gotik und Renaissance. Ed. Imhof, Peterserg, 2007.
  • (DE) Das Leben und die Wunder des heiligen Sebaldus, des Apostels und Schutzpatrons der Stadt Nürnberg. Norimberga 1842
  • (DE) Klaus-Stefan Krieger: Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon. Ed. Bautz, Herzberg, 1995, ISBN 3-88309-058-1, M. 1267-1268.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN25398723 · GND (DE118795910 · CERL cnp00589234
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie