Sea Dogs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sea Dogs
Titolo originale Корсары: Проклятие дальних морей
Sviluppo Akella
Pubblicazione Bethesda Softworks
Serie Age of Pirates
Data di pubblicazione 27 novembre 2000
Genere Videogioco di ruolo
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows
Supporto CD-ROM

Sea Dogs (Корсары: Проклятие дальних морей) è un videogioco di ruolo russo del 2000 per Microsoft Windows sviluppato da Akella e pubblicato da Bethesda Softworks. Nel gioco, il giocatore è il capitano di una nave che può essere o un corsaro o un pirata. In esso è presente un'interfaccia 3D e il gameplay è simile a Sid Meier's Pirates!. Il sequel, Sea Dogs II, si è ispirato ai Pirati dei Caraibi anche se alcuni elementi sono totalmente estranei alla trama del film.

Universo[modifica | modifica sorgente]

Il gioco si svolge all'interno di un immaginario arcipelago, anche se è più volte menzionato che si trovi nei Caraibi. Sono presenti colonie Francesi, Spagnole e Americane e anche dei nascondigli fortificati per pirati.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il protagonista, Nicholas, è stato cresciuto dalla madre fin da bambino. Gli unici ricordi che ha del padre sono la sua partenza su una nave e un medaglione dorato che gli ha regalato. Nicholas cresce, e come suo padre, va in mare alla ricerca di avventure. Ben presto viene catturato dagli spagnoli, ma riesce a fuggire con una piccola nave e un equipaggio. Arrivato nella colonia britannica, inizia una nuova vita.

Dal momento che il gameplay non è lineare, il giocatore può scegliere se lavorare per una qualsiasi delle tre nazioni, oltre ad iniziare la carriera di un pirata. Per far si che la ricerca di suo padre abbia successo, il giocatore dovrà cambiare le bandiere della propria nave un tot di volte. La ricerca svelerà i segreti della storia del padre del protagonista, la sua morte e la sua eredità.

Critiche[modifica | modifica sorgente]

Sea Dogs ha ricevuto parecchie critiche dalla sua uscita. IGN è rimasto colpito da esso, definendolo "un gioco che non si vuole perdere". La GameSpot ha invece affermato che si tratta di "un'avventura che può essere coinvolgente nonostante i tanti problemi".[senza fonte]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi