Se...

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Se....
Se....JPG
Una scena del film
Titolo originaleIf....
Lingua originaleinglese e latino
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1968
Durata111 min
Dati tecniciB/N e a colori
rapporto: 1,66:1
Generedrammatico
RegiaLindsay Anderson
SoggettoDavid Sherwin e John Howlett
SceneggiaturaDavid Sherwin
ProduttoreLindsay Anderson, Michael Medwin e Albert Finney (non accreditato)
Produttore esecutivoRoy Baird (non accreditato)
Casa di produzioneMemorial Enterprises
Distribuzione in italianoParamount Pictures
FotografiaMiroslav Ondříček
MontaggioDavid Gladwell
Effetti specialiPat Moore (non accreditato)
MusicheMarc Wilkinson
ScenografiaJocelyn Herbert
TruccoBetty Blattner e Allan McKeown
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Se.... (If....) è un film del 1968 diretto da Lindsay Anderson. Il film ha vinto la Palma d'oro al Festival di Cannes 1969.[1]

È il primo film della trilogia dedicata da Anderson al personaggio immaginario di Mick Travis. Gli altri due titoli sono O Lucky Man! e Britannia Hospital.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito. A Cheltenham College, una scuola privata, si susseguono i soliti riti e le solite celebrazioni. Ma vige anche la legge non scritta dell'omertà rispetto alle ingiustizie e agli abusi subiti dagli studenti. Uno di questi, Mick Travis, aiutato da altri suoi due compagni, decide di ribellarsi a questi soprusi, organizzando una rivolta nei confronti di docenti e studenti.

Proprio in un giorno di cerimonia (la più importante, quella di fine anno) si appostano sul tetto ed armati di mitra, iniziano a sparare sulla folla, colpendo professori e coetanei.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito in Italia in due edizioni. La prima nel dicembre 1968, tagliato di circa 10 minuti, col divieto ai minori di 14 anni. La seconda nel maggio 1969, in versione integrale e senza divieti. I distributori italiani lo rimisero in circolazione pubblicizzandolo come vincitore al Festival di Cannes. Non è mai uscito in home video in Italia fino al 2018 quando la casa Golem lo fece uscire rimasterizzato in HD.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film di Lindsay Anderson vinse la Palma d'oro al Festival di Cannes.

Inoltre il film è stato menzionato da Stanley Kubrick tra i suoi 93 film preferiti.

Quest'ultimo lavorerà con McDowell l'anno seguente in Arancia Meccanica.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 il British Film Institute l'ha inserito al 12º posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1969, su festival-cannes.fr. URL consultato il 14 giugno 2011.
  2. ^ (EN) The BFI 100, su bfi.org.uk. URL consultato il 18 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2004).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENn2005061909
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema