Scutoide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Uno scutoide comparato con un prisma, un tronco e un prismatoide

Lo scutoide in geometria solida è un poliedro convesso a metà tra un prismatoide e un tronco di piramide. É compreso tra due piani paralleli con cinque spigoli sulla faccia superiore, sei sulla faccia opposta e uno dei bordi laterali a forma di Y. È stato scoperto nel 2018 dai ricercatori dell'Università di Siviglia osservando le cellule epiteliali che aderiscono tra loro per formare un tessuto con la funzione di rivestimento in grado di curvarsi e piegarsi. In futuro potrà avere applicazioni in biomedicina, ingegneria tissutale e nella creazione di organi artificiali.
Il solido ha 8 facce, 11 vertici e 17 spigoli.
Il nome deriva ufficialmente dalla somiglianza con lo scutum, porzione dorsale del segmento toracico degli insetti, e lo scutellum la parte del corpo che include le ali di vari tipi di insetti. In realtà il nome provvisorio che aveva assunto è stato escutoide dal nome del capo progetto del gruppo di ricerca Luis M. Escudero.
L'oggetto è stato descritto per la prima volta in un documento pubblicato nel luglio 2018 dal titolo Scutoids are a geometrical solution to three-dimensional packing of epithelia.[1]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]