Scuola di Mileto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La scuola di Mileto è una scuola filosofica presocratica attiva nel VI secolo a.C., a Mileto, colonia greca nel territorio della Ionia, corrispondente all'odierna costa mediterranea della Turchia. In particolare, in quel periodo la città di Mileto rivestiva una grande importanza, soprattutto dal punto di vista economico e commerciale.

Mappa VI sec. a.C.

Gli esponenti più noti della scuola di Mileto sono:

Filosofia[modifica | modifica wikitesto]

Il principale elemento di continuità all'interno della scuola di Mileto fu l'indagine, condotta per la prima volta nella storia del pensiero occidentale con metodi razionali e laici, ovvero prescindendo da ogni teogonia e cosmogonia (cfr. ad es. Esiodo) incentrate sulla religione tradizionale, intorno all'archè, ovvero al principio originario che presiede alla genesi e alla realtà di tutto ciò che è. Questa indagine, apparentemente astratta, nasceva in realtà dalla considerazione attenta, basata sull'osservazione diretta, degli eventi naturali, della natura nelle sue varie manifestazioni. Proprio questa riflessione speculativa sulla natura e sulla sua genesi spinse la tradizione successiva, in particolare Aristotele, a identificare questi primi pensatori come fisiologi, ovvero filosofi della natura (physis).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Filosofia Portale Filosofia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di filosofia