Scuola comunale di Mortara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scuola comunale
Scuola elementare mortara centr.JPG
Ingresso centrale
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMortara
IndirizzoPiazza Italia, 16
Coordinate45°14′53.97″N 8°44′04.71″E / 45.248325°N 8.734643°E45.248325; 8.734643Coordinate: 45°14′53.97″N 8°44′04.71″E / 45.248325°N 8.734643°E45.248325; 8.734643
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1934-1941
Inaugurazione1941
Stilerazionalismo
UsoScuola elementare
Realizzazione
IngegnereAmilcare Sandri
Retro - ripreso dal cortile

La scuola comunale di Mortara, ora denominata scuola primaria Teresio Olivelli, è un edificio scolastico di Mortara. Costituisce la più significativa costruzione in stile razionalista della città.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Realizzata tra il 1934 e il 1941 su progetto dell'ingegner Amilcare Sandri, è una delle costruzioni meglio riuscite per ospitare l'istruzione obbligatoria, tra quelle edificate in Italia nel periodo tra le due guerre mondiali.

Caratteristiche progettuali[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio ha una pianta a ferro di cavallo. Le aule si trovano nei bracci laterali, mentre il corpo centrale ospita gli uffici amministrativi, i laboratori e gli spazi comuni, tra cui l'aula magna.

Sulla facciata principale si trovano tre ampi scaloni di accesso, in corrispondenza del corpo centrale e delle ali. Le aule sono ampie, con grandi finestre esposte a sud per ottenere la migliore illuminazione naturale. I gradini sono bassi per non essere di ostacolo ai giovani alunni.

L'edificio è a due piani oltre al seminterrato. Solo la parte sovrastante l'atrio centrale si sviluppa su tre piani. La palestra è in un corpo separato addossato all'ala nord.

La costruzione è situata in una zona di verde pubblico costituita dal giardino antistante, dal viale sul lato nord e dal cortile alberato sul retro.

I volumi sono improntati alla forma del parallelepipedo rettangolo. Solo la scala interna centrale, in marmo, segue un andamento elicoidale.

Ala sud

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

La parte inferiore dell'edificio, corrispondente al seminterrato, e gli scaloni esterni sono ricoperti di marmo.

Sulla facciata centrale sono presenti due bassorilievi rotondi che ritraggono una situazione di aula e una di attività sportiva. Essi alludono alla massima latina Mens sana in corpore sano.

Interni[modifica | modifica wikitesto]

L'atrio principale ospita un monumento alla Vittoria alata, una mappa dell'impero di Vittorio Emanuele III, realizzata con un intarsio marmoreo policromo e una lapide che riporta il Bollettino della vittoria del generale Armando Diaz

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]