Scuderia Toro Rosso STR14

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Toro Rosso STR14
2019 Formula One tests Barcelona, Kvyat (32341574547).jpg
Kvyat alla guida della STR14 nei test prestagionali di Barcellona
Descrizione generale
Costruttore Italia  Toro Rosso
Squadra Red Bull Toro Rosso Honda
Progettata da James Key
Jody Egginton
Sostituisce Toro Rosso STR13
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio monoscocca in fibra di carbonio
Motore Honda RA619H, V6 1.6 turbo
Trasmissione Cambio sequenziale a 8 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Lunghezza 5143 mm
Larghezza 2000 mm
Altezza 950 mm
Peso 743 kg
Altro
Carburante Repsol
Pneumatici Pirelli
Risultati sportivi
Piloti 26. Russia Daniil Kvyat
23. Thailandia Alexander Albon
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
3 0 0 0

La Toro Rosso STR14 è una vettura progettata dalla Scuderia Toro Rosso che disputerà il Campionato mondiale di Formula 1 2019.

Livrea[modifica | modifica wikitesto]

La vettura è stata presentata l'11 febbraio.[1] La livrea risulta essere pressoché identica a quella della STR13 con un blu forte, interrotto da alcune zone rosse, che ricopre gran parte della monoposto. Le uniche differenze rispetto alla vettura precedente sono la scomparsa della scritta hybrid sotto il marchio del fornitore Honda, la scomparsa dello sponsor Acronis, nella parte posteriore del cofano motore e il nuovo sponsor MyWorld nella zona dell’abitacolo e sul musetto.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La nuova vettura nata a Faenza prende in prestito molte soluzioni presenti sulla Red Bull RB14, soprattutto nella zona del retrotreno e in particolare nella configurazione delle sospensioni posteriori. Inoltre è stato allungato il passo della monoposto in seguito alla variazione del regolamento che vede una capacità del carburante aumentare a 110 kg. Partendo dall'analisi della zona anteriore, l'ala è quella standard semplificata rispetto a quella della STR13, sempre per le modifiche regolamentari, mentre il muso adotta le stesse soluzioni viste nella monoposto del 2018. Presente anche l’S-duct che è stato sviluppato rispetto al disegno dello scorso anno per aumentare l’efficienza sotto la scocca. La sospensione anteriore è di tipo push rod.

Turning vanes e bargeboard sono la trasposizione degli attuali regolamenti:colpisce soprattutto il deviatore di flusso che è rimasto solo a mezza altezza e non arriva a incardinarsi sul fondo. Gli specchietti hanno due supporti con chiara funzione aerodinamica: uno si ancora alla scocca e l’altro alla pancia, secondo un disegno prevalente utile a dare dei vantaggi aerodinamici. la presa d’aria dinamica del motore Honda resta piuttosto generosa: quella centrale, all’interno del roll bar, alimenta il motore, mentre quelle laterali sono destinate al raffreddamento dell’ibrido che sembra mantenere l’intercooler in alto. Le pance invece riprendono, come già accennato prima le forme della Red Bull. Per quanto riguarda il posteriore, l'ala è sorretta da un unico pilone, mentre il profilo principale è a cucchiaio, con le paratie laterali che presentano numerose aperture nella parte inferiore.

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristiche tecniche - Toro Rosso STR14
Configurazione
Carrozzeria: monoposto Posizione motore: posteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 5143 × 2000 × 950 Diametro minimo sterzata:
Interasse: Carreggiate: anteriore 1600 - posteriore 1550 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 1 Bagagliaio: Serbatoio: 105 kg
Masse / in ordine di marcia: 743  kg
Meccanica
Tipo motore: Honda RA619H, V6 1.6 turbo Cilindrata: 1 600  cm³
Distribuzione: pneumatica Alimentazione: 500 bar – diretta
Prestazioni motore Potenza: 940 CV
Accensione: elettronica Microsoft Impianto elettrico: MES-Microsoft
Frizione: multidisco Cambio: longitudinale Honda, 8 marce + retromarcia, con comando semiautomatico elettronico sequenziale
Telaio
Corpo vettura in materiale composito a nido d'ape con fibra di carbonio
Sospensioni anteriori: Doppi triangoli superiori e inferiori in fibra di carbonio. Schema push rod con barre di torsione e ammortizzatori montati all’interno della monoscocca. / posteriori: Doppi triangoli superiori e inferiori in fibra di carbonio. Schema pull rod con barre di torsione e ammortizzatori montati orizzontalmente sulla scatola del cambio tramite un sistema pull-rod.
Pneumatici Pirelli / Cerchi: O.Z. da 13 in
Altro
Energia batteria (a giro) 4 MJ Sistema ERS
Potenza MGU-K: 120 kW Giri max MGU-K: 50 000 giri/min Giri max MGU-H: 125 000 giri/min

Carriera agonistica[modifica | modifica wikitesto]

Test[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Test F1 2019.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di Formula 1 2019.

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Piloti ufficiali
Nazione Nome Numero
Russia Daniil Kvyat 26
Thailandia Alexander Albon 23
Piloti di riserva
Nazione Nome
Indonesia Sean Gelael

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Australia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Azerbaijan.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of Austria.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Russia.svg Flag of Japan.svg Flag of Mexico.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2019 Scuderia Toro Rosso Honda P Russia Kvyat 10 12 Rit 4
Thailandia Albon 14 9 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Toro Rosso presenta la STR14 - F1 Team - Formula 1 - Motorsport, su FormulaPassion.it, 11 febbraio 2019. URL consultato l'11 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]