Scrittura visigotica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfabeto latino in scrittura visigotica

La scrittura visigotica è una grafia medievale, così denominata perché originaria del regno visigoto di Hispania (nella Penisola Iberica, oggi Spagna e Portogallo). È anche chiamata littera toletana o littera mozarabica.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La grafia fu usata approssimativamente dal tardo VII secolo fino al XIII secolo perlopiù nella Iberia visigotica ma talvolta anche nel sud della Francia. È stata perfezionata tra il IX e l'XI secolo dopodiché inizio il suo declino. Venne sviluppata a partire dall'onciale e ne condivide molte caratteristiche, in particolare la forma della lettera g.

Altre particolarità di questa scrittura sono una a aperta nella parte superiore (molto simile alla u), tratti similari tra le lettere r e s e una i molto lunga che assomiglia alla l. Sono presenti due forme della lettera d, una con l'asta scendente verticale ed un'altra con l'asta girata verso sinistra. Il tratto in alto della t a una curva ad uncino sulla sinistra; la t assume comunque altre forme quando usata nelle legature e vi sono due differenti legature per i due suoni del ti (“duro” e “morbido”) come pronunciato in ispano-latino durante questo periodo. Anche le lettere e e r possono presentare varie forme quando scritte all'interno di legature. Di particolare interesse la particolare z visigotica, che in seguito all'adozione nella minuscola carolina si trasformo nella c con cediglia, ç.

Per la scrittura formale furono ideate delle lettere iniziali, con una figura lunga e slanciata. Esisteva anche una forma corsiva, usata per le lettere e scritti di argomento non religioso, che ha una versione settentrionale (“Leonese”) e una meridionale (“Mozarabica”). La corsiva Leonese fu usata nel nord cristiano mentre la Mozarabica fu usata dai cristiani che vivevano nel sud musulmano. La corsiva fu probabilmente influenzata dalla corsiva romana giunta in Iberia dal Nord Africa.

La scrittura visigotica ha molte somiglianze con la scrittura beneventana e con la minuscola merovingica.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Scrittura visigotica su Medieval Writing
  • (ES) Jesús Muñoz y Rivero, Paleografía visigoda: método teórico-práctico para aprender a leer los códices y documentos españoles de los siglos V al XII; obra ilustrada con 45 láminas dibujadas por el autor (Paleografia visigotica: Un metodo teorico-pratico per imparare a leggere i codici e i documenti spagnoli dal secolo V al XI; opera illustrata con 45 figure disegnate dall'autore), Madrid, D. Jorro, 1919.