Screen Service

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Fondazione 1988 a Brescia
Sede principale Via Gian Battista Cacciamali 71 Brescia
Filiali
Settore Telecomunicazioni
Prodotti Apparati per la trasmissione di segnali televisivi
Dipendenti 80 (44 a Brescia - 36 a Lainate) (2014)
Sito web

Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. (o più brevemente Screen Service) è un'azienda italiana nel settore delle telecomunicazioni. Si occupa, anche attraverso le sue controllate, della progettazione, produzione e commercializzazione di apparati per la trasmissione di segnali televisivi[1], nonché nel passato tramite TivuItalia S.p.A. dell'effettiva trasmissione televisiva[2]. La società è stata quotata alla Borsa di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Screen Service è stata fondata a Brescia nel 1988[1]. È presente direttamente in Italia, e tramite distributori locali serve clienti in gran parte del mondo. A ottobre 2009 ha rilevato interamente TivuItalia S.p.A, con la quale ha iniziato la propria trasmissione di segnali televisivi in tecnologia DVB-T[3].

Nel maggio 2010 ha ottenuto un contratto per la fornitura di apparati per la trasmissione della televisione digitale terrestre a Elettronica Industriale S.p.A. (società del gruppo Mediaset) da utilizzare per lo switch-off in Lombardia, Piemonte orientale, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Liguria[4].

Liquidazione[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda viene messa in liquidazione dal CdA il 2 settembre 2014. Al 30 giugno 2014 la perdita di esercizio di oltre 5 mil. di € porta le perdite totali accumulate a 90 mil. di €.[5]

Screen Service ammessa al concordato preventivo[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 novembre 2014 il Tribunale di Brescia ha accolto l'istanza di concordato preventivo con riserva presentata da Screen Service.[6]

Screen Service acquistata da Screen Future Srl[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 marzo 2016 la società è stata ceduta a Screen Future Srl.

Screen Future ha in programma il rilancio del marchio, applicando una strategia di focus e specializzazione basata sulla tecnologia esistente, resa possibile anche grazie alla continuità del management tecnico.

Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Del gruppo controllato da Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. facevano parte[7]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]