Scipione Vannutelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Stuarda si avvia al patibolo

Scipione Vannutelli (Genazzano, 10 novembre 1834Roma, 18 maggio 1894) è stato un incisore e pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scipione Vannutelli, appartenente a una ricca e nobile famiglia romana, nacque a Genazzano (Roma). Fu allievo di Tommaso Minardi e del viennese Wurtzinger, studiò anche all'estero: a Vienna, a Parigi, nei Paesi Bassi e in Spagna. Esordì nel 1861 all'Esposizione Nazionale di Belle Arti di Firenze. Tornato in Italia, visse principalmente a Roma. Fu anche incisore e soprintendente della Regia Calcografia Nazionale a Roma.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

L'autore è celebre per il suo stile accademico, la sua arte si richiama soprattutto alla pittura dei Nazareni. Illustre per i suoi quadri storici, i paesaggi, i ritratti e, principalmente, i quadri di genere, famosi i suoi interni di chiese.

Scipione Vannutelli si è espresso con le tecniche dell'olio, della tempera, dell'acquarello e dell'incisione.

Mostre e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La sua più celebre retrospettiva si tenne nel 1903 alla Biennale d’Arte di Venezia.

Scipione Vannutelli nei musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Galleria d'Arte Moderna di Firenze
  • Galleria Nazionale d'arte Moderna, Roma

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47034753 · ISNI (EN0000 0000 6631 3086 · Europeana agent/base/137951 · LCCN (ENnr89000360 · GND (DE129222801 · BNF (FRcb14970793g (data) · ULAN (EN500028401 · BAV (EN495/281333 · WorldCat Identities (ENlccn-nr89000360