Scientific American

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scientific American
Logo
AbbreviazioneSciAm
StatoStati Uniti Stati Uniti
Linguainglese
Periodicitàmensile
Generestampa scientifica
Formatocartaceo ed e-book
FondatoreRufus Porter
Fondazione28 agosto 1845
EditoreSpringer Nature
Diffusione cartacea462.875 (2013)
ISSN0036-8733 (WC · ACNP)
Sito web
 
La copertina di Scientific American del settembre 1848.
La copertina di Scientific American del 25 novembre 1905.

Scientific American è una delle più antiche e prestigiose riviste di divulgazione scientifica, pubblicata dal Nature Publishing Group.

Fu fondata da Rufus Porter il 28 agosto 1845 durante la presidenza di James Knox Polk ed è pubblicata con cadenza mensile. Il nome è colloquialmente abbreviato in SciAm.

La rivista, di ampia diffusione, propone articoli autorevoli su discipline scientifiche attuali ed innovative. Non è soggetta a revisione paritaria come le riviste di comunicazione scientifica quali Nature, ma è comunque rispettata per l'esposizione chiara degli articoli indirizzata ad un pubblico di appassionati o di scienziati operanti in campi diversi da quelli trattati.

In Italia la rivista Le Scienze, sebbene abbia una gestione indipendente, rappresenta l'edizione italiana di Scientific American, e in essa si possono trovare numerose traduzioni degli articoli originali della rivista statunitense.

Scientific American è la più antica rivista scientifica degli Stati Uniti ad essere stata pubblicata senza interruzioni nella sua storia editoriale[1]. Più di 50 differenti Premi Nobel sono stati collaboratori della rivista[2], e circa 140 hanno pubblicato un loro articolo in questa sede, spesso anticipando le intuizioni e le scoperte che li avrebbero poi resi famosi in tutto il mondo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Selva Sugunendran, Creation Vs Evolution: - a Scientific View, su Google Books, Xlibris Corporation, 2015, p. 278, ISBN 978-1514463413.
    «More than 140 Nobel laureates have written for Scientific American, most of whom wrote about their prizewinning works.».
  2. ^ Scientific American (edizione italiana), su archive.org, nº 239, Luglio 1988, p. 83. URL consultato il 29 ottobre 2018 (archiviato il 29 ottobre 2018).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN181916344 · LCCN (ENn89630981