SciELO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
SciELO
sito web
Logo
URLwww.SciELO.org/
Tipo di sitobiblioteca digitale e piattaforma editoriale per la pubblicazione di riviste scientifiche in modalità Open Access
LinguaSpagnolo, inglese
Registrazionefacoltativa
Scopo di lucrono
ProprietarioCentro Latinoamericano y del Caribe de Información en Ciencias de la Salud (BIREME); Fundação de Amparo à Pesquisa do Estado de São Paulo (FAPESP)
Lanciomaggio 1998
Stato attualeattivo

SciELO, acronimo di Biblioteca Científica Electrónica en Línea (in inglese: Scientific Electronic Library Online), è una biblioteca digitale che fornisce una piattaforma software per la pubblicazione di riviste scientifiche in formato elettronico e nell'ambito di edizioni integrali.

Il progetto è gestito dalla Fundação de Amparo à Pesquisa do Estado de São Paulo - FAPESP nello Stato di San Paolo, in Brasile, in collaborazione col Centro latinoamericano e caraibico per le informazioni sulle scienze della salute (BIREME, Centro Latinoamericano y del Caribe de Información en Ciencias de la Salud).[1]

I contenuti sono accessibili gratuitamente e in modalità testo integrale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto iniziale comprendeva dieci riviste scientifiche brasiliane e fu sviluppato da marzo del 1997 a maggio del 1998, un periodo durante il quale fu valutata una metodologia generale per la pubblicazione elettronica dei contenuti scientifici su Internet..[2]

Dal giugno 1998, il progetto SciELO ha funzionato regolarmente, incorporando nuove riviste e allargando il proprio ambito di attività agli altri paesi latino-americani. Dal 2002, SciELO ha il patrocinio del Consiglio nazionale per lo sviluppo scientifico e tecnologico del Brasile (Conselho Nacional de Desenvolvimento Cientifico e Tecnológico - CNPq).
La base di conoscenza è composta dai seguenti sottoprogetti nazionali:

  • SciELO Brasile, indicizza 375 riviste[3];
  • SciELO Uruguay, indicizza 27 riviste[4];
  • SciELO Argentina (CONICET)[5];
  • SciELO Paraguay.[6];

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto si propone di «sviluppare una metodologia comune per la predisposizione, conservazione, la diffusione e la valutazione della letteratura scientifica in formato elettronico», collaborando con le istituzioni dei seguenti paesi,[7]: Sudafrica, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Spagna, Messico, Perù, Portogallo, Venezuela, Bolivia, Paraguay e Uruguay..[8]

I contenuti possono essere ricercati per autore, soggetto tematico e mediante un motore di ricerca interno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marcilio de Brito, Présentation de la bibliothèque électronique SciELO et de ses DTD, in Guide pour les revues numériques, 2001. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  2. ^ Sobre el SciELO, su scielo.org. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  3. ^ SciELO Brasile, su scielo.org. URL consultato il 19 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2020).
  4. ^ SciELO Uruguay, su scielo.edu.uy (archiviato il 4 novembre 2003).
  5. ^ SciELO Argentina, su ri.conicet.gov.ar. URL consultato il 19 marzo 2020 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2019).
  6. ^ SciELO Paraguay, su scielo.iics.una.py. URL consultato il 19 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 27 febbraio 2020).
  7. ^ (EN) Eduardo Aguado López, 2 (PDF), in Juan Pablo Alperín y Gustavo Fichman (a cura di), Made in Latin America: open access, scholarly journals, and regional innovations, 1a, Buenos Aires, CLACSO, 2015, pp. 27-30, ISBN 978-987-722-069-8. URL consultato il 17 gennaio 2018.
  8. ^ Jorge Caro Letelier, SciELO Chile, in Revista de otorrinoralingología y cirugía de cabeza y cuello, vol. 67, n. 1, 2007, pp. 5-6, ISSN 0718-4816 (WC · ACNP). URL consultato il 17 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137665728 · ISNI (EN0000 0000 9370 121X · LCCN (ENnr2001014893 · WorldCat Identities (ENlccn-nr2001014893