Scheno (Grecia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scheno
Homeric Greece-en.svg
Mappa delle città nominate nel catalogo delle navi di Omero, in cui Scheno compare.
CiviltàGreci
UtilizzoCittà-stato
EpocaEtà del bronzo
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
PeriferiaBeozia

Scheno (in greco Σχοίνος) era una città situata in Beozia, citata da Omero nel II libro dell'Iliade, il cosiddetto catalogo delle navi. [1]

La città è menzionata nelle Elleniche di Ossirinco: Scheno era una delle città che, insieme a Erythres, Scolo, Aulide e altre, non avevano mura difensive, che aveva fatto sinecismo con Tebe, città che grazie a questo raddoppiò il numero dei suoi abitanti.[2] Ciò avvenne all'inizio della Guerra del Peloponneso.

Secondo Strabone, Scheno era a circa 50 stadi da Tebe. Egli ci rivela anche che ci sarebbe stato un fiume dallo stesso nome. [3]

La posizione è incerta: si è ipotizzato che fosse ad un'estremità del Lago Yliki, vicino al villaggio di Movriki. Dal momento che il lago è salito di livello quando il Lago Copaide fu prosciugato, le acque potrebbero aver coperto i resti dell'antica città.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Omero, Iliade, II, 497.
  2. ^ Elleniche di Ossirinco, XX, 3.
  3. ^ Strabone, Geografia, IX, 2,22.
Antica Grecia Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia