Schadenfreude

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Schadenfreude (ascolta[?·info]) è un termine tedesco che significa "piacere provocato dalla sfortuna" (altrui). Viene talvolta usato come prestito linguistico in italiano e in altre lingue. La pronuncia tedesca del termine è [ˈʃaːdənˌfʁɔʏdə] (IPA). In italiano si protrebbe tradurre con "aticofilìa", dal greco ὰτυχία (atychìa, sventura) e φὶλἐω(philéo, provar piacere, accogliere con piacere) oppure "faulofilìa" dal greco φὰυλως(phàulos, male) e philéo. Il concetto di Schadenfreude potrebbe anche venire parafrasato come "compiacimento malevolo".

Il termine deriva da Schaden (danno) e Freude (gioia). In tedesco il termine ha sempre una connotazione negativa. Esiste una distinzione tra la "schadenfreude segreta" (un sentimento privato) e la "schadenfreude aperta" (Hohn).

Nel Buddhismo, il concetto di mudita, "gioia comprensiva" o "felicità per la buona sorte dell'altro", viene spesso indicato come l'opposto della schadenfreude.[1][2]

Studi scientifici[modifica | modifica sorgente]

Un articolo del New York Times del 2002 ha citato una serie di studi scientifici sulla Schadenfreude, che ha definito come "delizia delle disgrazie altrui". Molti di questi studi si basano sulla teoria del confronto sociale, l'idea è che quando le persone intorno a noi hanno avuto eventi sfortunati, guardiamo meglio noi stessi. Altri ricercatori hanno scoperto che le persone con una bassa autostima sono più propensi a provare Schadenfreude rispetto a persone che hanno una grande autostima.[3]


Uno studio del 2009 indica che l'ormone ossitocina può essere coinvolto nella sensazione di Schadenfreude. La somministrazione intranasale di ossitocina risultava infatti aumentare i livelli di invidia (in caso di perdita) e di schadenfreude (in caso di vittoria) in giocatori impegnati in giochi d'azzardo rispetto al placebo.[4]

Detti sulla Schadenfreude[modifica | modifica sorgente]

  • Schadenfreude ist die schönste Freude (denn sie kommt von Herzen).: "La Schadenfreude è la forma di gioia più perfetta (perché viene dal cuore)." (proverbio tedesco)
  • Neid zu fühlen ist menschlich, Schadenfreude zu genießen teuflisch.: "Provare invidia è umano, godere della Schadenfreude è diabolico." (Arthur Schopenhauer)
  • Das Wort Schadenfreude kennt man nur im Deutschen: "La parola Schadenfreude è conosciuta solo in tedesco." (anonimo)
  • Geen schoner vermaak dan leedvermaak: "Non c'è gioia migliore che la tristezza altrui." (Proverbio olandese, spesso usato ironicamente).
  • Le malheur des uns fait le bonheur des autres: "La sfortuna di uno fa la felicità dell'altro". (Proverbio francese)
  • Mal comune, mezzo gaudio (Proverbio italiano). Ha una doppia interpretazione: condividere una sventura con altri può essere meno sgradevole perché è possibile confortarsi a vicenda; oppure perché si gode della sventura altrui.

Termini simili in altre lingue[modifica | modifica sorgente]

  • arabo: shamaatah شماتة (shamtan, provare piacere per la sfortuna altrui)
  • albanese: cmirëzi (cmirë, invidia; zi, nero, persona che prova piacere per il male altrui, diversa dall'invidia e basta, che è comprensibile all'interno della società, e che è la base della competitività.
  • bulgaro: злорадство (зло, malvagio o dolore; радост, gioia)
  • ceco: škodolibost (škoda, danno, perdita; libost, piacere)
  • danese e norvegese: skadefryd (skade, danno, ferita, offesa; fryd, gioia)
  • ebraico: שמחה) : שמחה לאיד, gioia, איד, sfortuna) (simxa la'ed)
  • estone: kahjurõõm (kahju, danno o dolore;rõõm, gioia)
  • finlandese: vahingonilo (vahinko, incidente o danno; ilo, gioia o felicità)
  • gaelico: aighear millteach (aighear, delizia o gioia millteach, maliziosa o distruttiva)
  • greco: χαιρεκακία (χαρά, gioia o delizia; κακία, cattiveria o malvolenza)
  • lituano: piktdžiuga (piktas arrabbiato, džiaugsmas gioia)
  • magiaro: káröröm (kár, perdita o danno; öröm, gioia)
  • olandese: leedvermaak (leed, dolore e sofferenza; vermaak, divertimento)
  • russo: злорадство (зло, malvagio o danno; радость, gioia)
  • serbo e croato: zluradost (zlo, malvagio; radost, gioia)
  • slovacco: škodoradosť (škoda, danno o perdita; radosť, gioia)
  • sloveno: škodoželjnost (škoda, danno o perdita; želeti, desiderare)
  • svedese: skadeglädje (skada, danno; glädje, gioia o felicità)

Anche in svedese e norvegese esiste il detto skadeglädjen/fryd är den enda sanna glädjen/fryd ("La Schadenfreude è l'unica vera gioia"). Una variante finlandese dice vahingonilo on aidointa iloa, sillä siihen ei sisälly tippaakaan kateutta ("La Schadenfreude è la gioia più pura, finché non vi si aggiunge un pizzico di invidia"). Una variante slovacca è škodoradosť je najväčšia radosť ("La Schadenfreude è la gioia più grande"), vicina alle varianti magiara legszebb öröm a káröröm ed estone kahjurõõm on kõige suurem rõõm. In ebraico il detto è 'אין שמחה כשמחה לאיד' ("Non c'è gioia come la Schadenfreude"). In danese si dice che Egen lykke er at foretrække men andres ulykke er dog ikke at foragte, ovvero "La propria felicità dovrebbe essere preferita, ma anche la sfortuna di un altro non va affatto disprezzata". La versione olandese del detto è Er is geen beter vermaak dan leedvermaak ("Non c'è gioia più grande della Schadenfreude").

Nella lingua thai, la frase สมน้ำหน้า, som nam na, può essere interpretata come "Hai avuto quel che ti meritavi"; "Ti sta bene"; o "Sto ridendo della tua sfortuna".

In coreano, la frase 고소하다, go so ha da, tradotta letteralmente significa "annusare olio di sesamo" (in Corea l'odore dell'olio di sesamo è considerato particolarmente piacevole); tale frase può essere usata anche quando si è molto compiaciuti di un particolare evento, e specialmente se tale avvenimento implica la sfortuna di qualcun altro.

In cinese, l'espressione 幸灾乐祸 è un vecchio detto che si traduce direttamente in "compiacersi dell'(altrui) calamità e ridere della (altrui) sfortuna".

In giapponese, è attestata la frase 他人の不幸は蜜の味, tanin no fukou wa mitsu no aji, traducibile come "la sfortune altrui hanno il sapore del miele".

Nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

  • In Radio Free Roscoe Travis Strong deve decidere su che argomento parlare e opta per Schadenfruede; Ray gli chiede di che si tratti e lui risponde che è "la gioia ricavata dalle sfortune altrui".
  • "Schadenfreude" è il titolo di una canzone nella commedia musicale Avenue Q, vincitrice nel 2004 del Tony Award, cantata dai personaggi Gary Coleman e Nicky. La canzone include le strofe: "La felicità per la sfortuna altrui? Questo sì che è tedesco!" La Schadenfreude è descritta sia come "Felicità per la sfortuna altrui" sia come "chi prova piacere per il tuo dolore".
  • "Schadenfreude" è il titolo di un episodio di Boston Legal in cui il personaggio Alan Shore (James Spader) usa il termine per spiegare perché alcuni imputati sono giudicati colpevoli di un crimine non commesso dopo aver portato avanti attività culturalmente inaccettabili o illegali.
  • La Schadenfreude, inoltre, è citata nell'episodio dei Simpsons Quando Flanders fallì. Lisa accusa Homer di provare la Schadenfreude quando Homer esulta del fatto che Ned Flanders stia rischiando la bancarotta. Lisa chiede Homer, "Papà, sai cos'è Schadenfreude?", a cui Homer risponde in tono sarcastico: "No, non lo so cos'è Schadenfreude ma ti prego di dirmelo perché muoio dalla voglia di saperlo...". Lisa gli spiega che "è una parola tedesca per la gioia infame, provare piacere per le disgrazie altrui." Homer risponde "Oh, andiamo, Lisa. Sono solo felice di vederlo andare col culo per terra! Di solito è così felice e sicuro, e sostenuto dai suoi cari, e mi fa sentire come... qual è il contrario di quella roba sulla gioia meschina che dicevi?" "Acredine." "Mitico, quei tedeschi hanno una parola per ogni cosa!"
  • La Schadenfreude è presente in Cantor's Dilemma (ISBN 0-14-014359-9), una storia scritta nel 1991 da Carl Djerassi, inventore della pillola del giorno dopo. Il protagonista, il professor I. C. Cantor, ha una lunga conversazione con il suo amore segreto, Ms. Paula Curry, riguardo alla parola che descrive la gioia che scienziati in competizione provano quando un rivale viene pubblicamente svergognato. La storia va intesa come una considerazione semi-realistica dei retroscena etici e politici dietro alle maggiori scoperte scientifiche.
  • La comica Sarah Silverman ha parlato della Schadenfreude in uno spettacolo di denuncia riguardo all'uragano Katrina, dicendo che è traducibile come "Guarda, quell'ebreo è scivolato!"
  • Nel TV show Due uomini e mezzo, episodio "Bad News From the Clinic", Rose racconta del suo sentimento diSchadenfreude, e poi tenta di inventare una parola -- Glauckenstück -- per dire "Provare un gran rimorso per aver provato Schadenfreude."
  • Nel film Dodgeball, il commentatore sportivo, interpretato da Gary Cole, esclama "Che la Schadenfreude abbia inizio!" (riferendosi all'imminente inizio della finale).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Upside of Shadenfreude :: Mudita Journal
  2. ^ one of six billion...: Are you Schadenfreude or Mudita?
  3. ^ "Sorrow So Sweet: A Guilty Pleasure in Another's Woe"
  4. ^ Simone G. Shamay Tsoory, et al., Intranasal Administration of Oxytocin Increases Envy and Schadenfreude (Gloating) in Biological Psychiatry, vol. 66, n. 9, 1 novembre 2009, pp. 864-870.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

psicologia Portale Psicologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di psicologia