Schachnerite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schachnerite
Classificazione Strunz (ed. 10)1.AD.15.a
Formula chimicaAg1,1Hg0,9[1]
Proprietà cristallografiche
Gruppo cristallinodimetrico
Sistema cristallinoesagonale[1]
Classe di simmetriadiesagonale-bipiramidale
Parametri di cellaa=2,978, c=4,842, Z=2[1]
Gruppo puntuale6/m 2/m 2/m
Gruppo spazialeP 63/mmc[1]
Proprietà fisiche
Densità13,52 (calcolata)[1] g/cm³
Durezza (Mohs)[2]
Sfaldaturapresente
Coloregrigio[2]
Lucentezzametallica[2]
Opacitàopaca[2]
Si invita a seguire lo schema di Modello di voce – Minerale

La schachnerite è un minerale scoperto nel 1971[3] nella miniera di Landsberg, nel Verbandsgemeinde Alsenz-Obermoschel, in Germania. Il minerale è stato dedicato al mineralogista tedesco Doris Schachner.[1]

La schachnerite è stata sintetizzata riscaldando per 24 ore a 150 °C in un tubo chiuso dei fili di argento (40,1%) con mercurio.[1]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

La schachnerite è stata trovata in cristalli fino ad un centimetro, anche se la maggior parte sono più piccoli, sempre geminati in maniera complessa secondo il piano (110).[1]

Origine e giacitura[modifica | modifica wikitesto]

La schachnerite è stata scoperta nella zona di ossidazione di una vecchia di miniera di mercurio. Si è formata per alterazione lungo i bordi e le fratture della moschellandsbergite. Si trova associata con argento nativo ricco di mercurio che va a sostituirla, limonite e, in minore quantità, ankerite, argentite e cinabro.[1] In pratica inizialmente si forma la moschellandsbergite che si trasforma in schachnerite e paraschachnerite che a loro volta si trasformano in argento nativo ricco di mercurio (amalgama) anche se non è chiaro se la paraschachnerite derivi dalla schachnerite.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i (EN) Michael Fleischer, New mineral names (PDF), in American Mineralogist, vol. 58, 1973, pp. 347-349. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  2. ^ a b c d Schachnerite mineral information and data, su mindat.org. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  3. ^ The New IMA List of Minerals – A Work in Progress – Update: November 2012 (PDF), su pubsites.uws.edu.au. URL consultato il 3 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) M. A Zakrzewski, Burke E. A. J., Schachnerite, Paraschachnerite and Silver Amalgam from the Sala Mine, Sweden (PDF), in Mineralogical Magazine, 1987, pp. 318-321. URL consultato il 4 dicembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mineralogia Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia