Scarroccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo scarroccio in una imbarcazione è l'angolo tra la direzione della prua e la reale direzione del moto della barca: è dovuto alla componente laterale della spinta del vento e produce un angolo di incidenza positivo sulle superfici di deriva. Riguarda principalmente la barca a vela, ma anche la nave può patirlo, a causa della spinta laterale del vento sulla murata quando questa ha superficie abbastanza estesa da risentirne.

È massimo nell'andatura di bolina, mentre si annulla nell'andatura col vento in poppa. Lo scarroccio si può apprezzare osservando l'angolo formato dall'asse longitudinale dell'imbarcazione con quello della scia lasciata a poppa.

Lo scarroccio è peraltro comune a tutte le imbarcazioni, e non solamente alle barche a vela, ed è il movimento perpendicolare rispetto alla linea di chiglia, dovuto alla componente laterale del vento sulla struttura emersa dell'imbarcazione, cioè sull'opera morta.

Il concetto di scarroccio è simile a quello di deriva (inteso come moto dell'imbarcazione), che però è dovuto alla componente trasversale della corrente marina. Pertanto l'angolo di Rotta Vera (l'angolo di rotta tenuto dalla imbarcazione) differisce da quello di Prua Vera (l'angolo su cui è orientata la prua) per questi due effetti congiunti dovuti al vento e alla corrente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]