Scannati vivi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scannati vivi
Titolo originaleSkinned Deep
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2004
Durata97 min
Genereorrore
RegiaGabriel Bartalos
SceneggiaturaGabriel Bartalos
ProduttoreGabriel Bartalos
Casa di produzioneCenter Ring Entertainment
FotografiaPeter Strietmann
MontaggioChristopher Seguine
MusicheDavid Davidson, Captain Sensible
Interpreti e personaggi

Scannati vivi (Skinned Deep) è un film horror del 2004, diretto e scritto da Gabriel Bartalos.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un anziano viene attaccato e ucciso da un uomo che indossa una maschera di metallo.

La famiglia Rockwell si perde sull'autostrada. Quando la loro auto si guasta, Phil Rockwell cerca aiuto in un negozio. Una strana vecchia li invita a rimanere con lei, mentre uno dei suoi figli risolve il problema dell'auto.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

In USA il DVD è in vendita dal 30 giugno 2007, ed è stato distribuito dalla Boulevard Entertaiment, è stato classificato vietato ai minori di 18 anni.

In Italia il DVD è in vendita dal 24 gennaio 2013, mantiene l'aspect ratio in 4:3, ed è distribuito dalla Medusa Video, su licenza esclusiva Noshame, è stato classificato vietato ai minori di 14 anni.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il sito web Bloody Good Horror dà al film un voto di 5/10, per le terribili prove attoriali e la storia debole, sottolineando le similitudini con Non aprite quella porta [1]. Il sito web Eat Horror giudica così il film: "È davvero pessimo, non spaventa affatto e le incursioni nella commedia sono incredibilmente infantili"[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Skinned Deep (Movie Review) | Bloody Good Horror, su www.bloodygoodhorror.com. URL consultato l'11 settembre 2018.
  2. ^ (EN) Skinned Deep, su eathorror.com. URL consultato l'11 settembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema