Scacciapensieri (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Scacciapensieri
PaeseSvizzera
Anno1971 – in produzione
Generecontenitore
Durata25 minuti
Lingua originaleitaliano
Crediti
Rete televisivaRSI LA1

Scacciapensieri è un programma televisivo svizzero di genere contenitore, in onda il sabato su RSI LA1 dal 1971 (all'inizio col titolo Una risata in testa) e dedicato ai cartoni animati. Trasmesso inizialmente alle ore 20:00, attualmente va in onda alle 18:05 per 25 minuti e contiene principalmente cortometraggi delle serie Looney Tunes, Merrie Melodies e Tom & Jerry ed episodi della serie TV The Tom & Jerry Show.

Un contributo alla fama[1][2][3][4] del programma fu dato dalla sua sigla di apertura, un'animazione di Stripy, personaggio di Bruno Bozzetto e Guido Manuli[5] con la voce di Carlo Bonomi[6]. Si tratta di una sorta di coniglio a strisce orizzontali colorate, che durante i 45 secondi della sigla non riesce a pronunciare per intero la parola scacciapensieri perché travolto da incontenibili risate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Pollini, I Settanta: gli anni che cambiarono l'Italia, Bevivino, 2005, p. 198, ISBN 978-88-88764-63-4. URL consultato il 18 luglio 2021.
  2. ^ Tommaso Labranca, Andy Warhol era un coatto. Vivere e capire il trash, Castelvecchi, 2005, p. 87, ISBN 978-88-7615-072-2. URL consultato il 18 luglio 2021.
  3. ^ Bruno Di Marino, Animania: 100 anni di esperimenti nel cinema d'animazione, Il castoro, 1998, p. 161, ISBN 978-88-8033-129-2. URL consultato il 18 luglio 2021.
  4. ^ Marco Philopat, Costretti a sanguinare: romanzo sul punk 1977-84, 3. ed, Shake edizioni underground, 1998, p. 22, ISBN 88-86926-35-9, OCLC 43662903. URL consultato il 18 luglio 2021.
  5. ^ Giannalberto Bendazzi e Raffaele De Berti, La fabbrica dell'animazione: Bruno Bozzetto nell'industria culturale italiana, Il castoro, 2003, p. 53, 62, ISBN 978-88-8033-257-2. URL consultato il 18 luglio 2021.
  6. ^ Carlo Bonomi, la voce di Stripy, su facebook.com.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione