Savina Dolores Massa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Savina Dolores Massa (Oristano, 16 settembre 1957) è una scrittrice, poetessa, attrice e drammaturga italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Savina Dolores Massa è considerata una delle voci più interessanti della cosiddetta "nuova letteratura sarda".[1][2] Il suo esordio avviene con “Undici”, romanzo che risulta finalista al premio Calvino nel 2007. Il suo romanzo “Mia figlia follia” è tradotto in francese[3]. Le opere di Savina Dolores Massa sono oggetto di studio e di analisi critica, tra le altre cose, per le soluzioni narrative e l'introspezione intima dei personaggi[4][5][6][7] È autrice di 6 romanzi, una raccolta di racconti e una di poesie. Numerose le sue partecipazioni ad antologie e raccolte di racconti e poesie. Tutti i suoi libri sono editi da Il Maestrale di Nuoro. Alcune sue poesie sono state tradotte in spagnolo dal traduttore Rafael Hernández Aguilar e lette in occasione di un convegno internazionale di poesia tenutosi a Città del Messico. Le stesse poesie sono state poi pubblicate sulle pagine della rivista Periódico de poesía dell'Universidad de Ciudad del Mexico, con testo originale a seguito [1].
Savina Dolores Massa è attrice e coautrice degli spettacoli della compagnia Hanife Ana Teatro Jazz di cui è cofondatrice.
Vive a Oristano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

  • Undici, edizioni Il Maestrale, Nuoro, 2008
  • Mia figlia follia, Il Maestrale, Nuoro, 2010
  • Ogni madre, Il Maestrale, Nuoro, 2012[7]
  • Cenere calda a mezzanotte, Il Maestrale, Nuoro, 2013
  • Il carro di Tespi, Il Maestrale, Nuoro, 2016
  • A un garofano fuggito fu dato il mio nome, Il Maestrale, Nuoro, 2019
  • Lampadari a gocce, Il Maestrale, Nuoro, 2020

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Per assassinarvi, Piacere siamo spettri, Il Maestrale, Nuoro, 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]