Saverio Fava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saverio Fava
Saverio fava.gif

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato 9 dicembre 1898 –
2 ottobre 1913
Legislature XX
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Università Università di Napoli
Professione Diplomatico

Francesco Saverio Fava Patrizio di Amantea (Salerno, 7 luglio 1832Roma, 2 ottobre 1913) è stato un diplomatico e politico italiano.

È ricordato principalmente per essere stato il primo ambasciatore italiano negli Stati Uniti, nei quali è stato inviato straordinario e ministro plenipotenziario di II classe e, dal 31 luglio 1881 al 9 maggio 1901, ministro plenipotenziario di I classe.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Italiane[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
— 18 ottobre 1863
Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
— 3 ottobre 1867
Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
— 23 gennaio 1878
Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grande Ufficiale dell'Ordine di San Maurizio e Lazzaro
— 28 luglio 1901
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia

Straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
— 17 giugno 1867
Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Osmanie - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Osmanie
— dicembre 1868
Cavaliere del Reale ordine di Francesco I - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere del Reale ordine di Francesco I
— novembre 1859

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]