Savage Opress

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Savage Opress
UniversoGuerre stellari
Lingua orig.Inglese
AutoreGeorge Lucas
StudioLucasfilm
1ª app. inThe Clone Wars
Voce orig.Clancy Brown
Voce italianaFabrizio Temperini
SpecieZabrak
SessoMaschio
Luogo di nascitaDathomir
AffiliazioneSith, Asajj Ventress (brevemente), Conte Dooku (brevemente), Darth Maul, Streghe di Dathomir, Madre Talzin, Fratellanza della Notte, Ronda della Morte

Savage Opress è un personaggio immaginario dell'universo fantascientifico di Guerre stellari. È il fratello del Sith Darth Maul ed è apparso per la prima volta nella terza stagione della serie televisiva Star Wars: The Clone Wars. È armato di una spada laser a doppia lama, simile a quella di suo fratello Maul e, inizialmente, di un'ascia mistica donatagli da Madre Talzin, leader delle Streghe di Dathomir. Era anche un membro della cosiddetta Fratellanza della Notte.

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

The Clone Wars[modifica | modifica wikitesto]

Savage era nato sul pianeta Dathomir poco prima del 54 BBY; non si sa molto della sua infanzia, se non che possedeva due fratelli, Feral e Maul (che poi sarebbe diventato l'apprendista di Darth Sidious). Quando Savage crebbe fu selezionato per una prova dall'ex-apprendista del conte Dooku, Asajj Ventress, che intendeva trovare a sua volta un apprendista. Savage di fatto non superò la prova ma colpì ugualmente Ventress, la quale decise di assoldarlo. Grazie all'aiuto di madre Talzin e delle Streghe di Dathomir, Opress divenne molto più forte e potente grazie ad un incantesimo e, come prova della sua fedeltà, fu costretto ad uccidere il fratello Feral. Opress però era all'oscuro di essere solo una pedina nelle mani di Ventress. Ella infatti aveva intenzione di inviarlo al conte Dooku per fargli credere di aver trovato un nuovo apprendista. E, infatti, Dooku addestrò per poco tempo Savage nelle vie del Lato Oscuro e, come prova, gli impose di uccidere i Jedi sul pianeta Devaron per poter prendere il controllo di un tempio (importante avamposto per i Separatisti). Durante lo scontro Opress uccise il maestro Halsey e il suo allievo Knox e massacrò decine di cloni, prendendo il possesso del tempio (21 BBY). Gli fu poi ordinato di rapire re Katuunko di Toydaria ma Opress, attaccato inavvertitamente da Obi-Wan Kenobi e Anakin Skywalker, lo uccise. Al suo ritorno Dooku, infuriato, lo fulminò ripetutamente con i Fulmini di Forza ma fu fermato da Ventress e, a quel punto, Opress e la sua vera maestra affrontarono Dooku. Ma ormai, non capendo chi di fatto fosse il suo vero maestro, Savage decise di fuggire su Dathomir, tornando da madre Talzin. La leader delle Sorelle Oscure, a quel punto, gli affidò la missione di ritrovare suo fratello Maul, ormai perduto da tempo e creduto da tutti morto su Naboo.

A quel punto Opress si recò su Stobar per cercare suo fratello, tramite un talismano donatogli dalla strega, e fu lì che trovò un'astronave diretta sul pianeta di rifiuti Lotho Minor dove Savage ritroverà suo fratello Maul, in uno stato di pazzia, e lo riporterà su Dathomir ove Madre Talzin gli donerà delle nuove gambe cibernetiche. Savage partecipò con Maul al massacro di innocenti su Raydonia con il solo intento di attirare Obi-Wan Kenobi lì. Grazie all'inaspettato aiuto di Ventress, Kenobi riuscì a scappare. In seguito, Maul e Opress attaccarono Kenobi e Adi Gallia su Florrum la quale venne uccisa dallo stesso Savage. Poi però il braccio sinistro di Opress fu tagliato da Obi-Wan nella seconda parte dello scontro. Salvati da Pre Vizsla e dalla Ronda della Morte, Savage e Maul riuscirono nel loro intento di creare un impero criminale alleandosi con le varie famiglie criminali, ma furono poi traditi da Vizsla stesso (20 BBY). Dopo il combattimento tra Maul e Vizsla, costato la vita a quest'ultimo, Savage e Maul presero il controllo del pianeta Mandalore. Ma la notte stessa si presentò alla corte dei due Sith l'ex-maestro di Maul, Darth Sidious. I tre ingaggiarono un furioso combattimento e, dopo che Sidious mise fuori gioco Maul, Savage lo affrontò con coraggio ma fu pugnalato al petto da entrambe le lame di cui Sidious era armato. Prima di spirare, sotto gli occhi di Maul, ammise di non essere mai stato forte come lui.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Guerre stellari Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerre stellari