Sauromatum venosum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sauromatum venosum
Arum003.jpg
Sauromatum venosum
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Alismatales
Famiglia Araceae
Sottofamiglia Aroideae
Tribù Areae
Genere Sauromatum
Specie S. venosum
Classificazione APG
Ordine Alismatales
Famiglia Araceae
Nomenclatura binomiale
Sauromatum venosum
(Dryand. ex Aiton) Kunth, 1841
Nomi comuni

giglio voodoo

Sauromatum venosum (Dryand. ex Aiton) Kunth, 1841 (volgarmente noto come giglio voodoo), è una pianta perenne della famiglia delle Araceae[1], originaria dell'India e dell'Himalaya.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta come un bulbo sferico e appiattito, di color marrone dal cui centro si sviluppa una spata floreale che negli esemplari più grandi può raggiungere il metro di altezza. Il fiore lungo e stretto è tinto di viola e puntinato di giallo all'interno sfumando quasi al nero sulla parte esterna. La crescita della spada floreale è molto rapida e quando sboccia emette un odore molto intenso e sgradevole. La fase vegetativa prosegue con l'emissione di un'unica foglia dalla forma molto simile ad una mano, sorretta da un robusto gambo dal colore biancastro fittamente maculato di punti neri. La foglia si seccherà verso l'inizio dell'autunno, quando il bulbo inizierà il riposo invernale. Tutte le parti di questa pianta sono velenose ed il contatto con la pelle può causare reazioni allergiche.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una specie diffusa ad alte quote in India e Himalaya.

Cresce in ambiente temperato e in luoghi leggermente ombreggiati. Il periodo invernale coincide con il riposo del bulbo in ambiente totalmente secco, buio e fresco. La prima fase del ciclo vitale va da marzo a giugno, periodo di fioritura della pianta.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta presenta numerosi sinonimi, visto che la sua classificazione ha avuto diverse modifiche rispetto a quella di origine. Lo possiamo quindi riconoscere anche come Arum cornutum (precedente classificazione), Arum guttatum, Sauromatum guttatum (Schott), Typhonium venosum.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sauromatum venosum in The Plant List. URL consultato il 21 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica