Saunders-Roe A.36 Lerwick

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saunders-Roe A.36 Lerwick
Il Saro Lerwick, L7265 ‘WQ-Q’, del No 209 Squadron RAF in fase di decollo dal Loch Ryan
Il Saro Lerwick, L7265 ‘WQ-Q’, del No 209 Squadron RAF in fase di decollo dal Loch Ryan
Descrizione
Tipo idrovolante multiruolo
Equipaggio 6
Costruttore Regno Unito Saunders-Roe
Data primo volo novembre 1938
Data entrata in servizio 1940
Data ritiro dal servizio 1942
Utilizzatore principale Regno Unito RAF
Altri utilizzatori Canada RCAF
Esemplari 21
Dimensioni e pesi
Lunghezza 19,40 m (63 ftin)
Apertura alare 24,64 m (80 ft 10 in)
Altezza 6,10 m (20 ft 0 in)
Superficie alare 78,5 (845 ft²)
Peso carico 12 880 kg (28 400 lb)
Peso max al decollo 15 060 kg (33 200 lb)
Propulsione
Motore 2 radiali Bristol Hercules II
Potenza 1 375 hp (1 026 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max 345 km/h (214 mph) a 1 900 m (6 250 ft)
Velocità di crociera 267 km/h (144 mph)
Velocità di salita 268 m/min (880 ft/min)
Autonomia 2 479 km (1 540 mi, 1 338 nm)
Tangenza 4 270 m (14 000 ft)
Armamento
Mitragliatrici una Vickers K nel naso
6 Browning Model 1919
Bombe 2 000 lb (900 kg) in bombe da caduta o di profondità

i dati sono estratti da Saunders Roe and Saro Aircraft since 1917[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Saunders-Roe A.36 Lerwick era un idrovolante multiruolo bimotore a scafo centrale prodotto dall'azienda britannica Saunders-Roe Limited nei tardi anni trenta.

Utilizzato inizialmente dalla Royal Air Force prima dello scoppio e durante la prima fase della seconda guerra mondiale, venne in seguito assegnato ai reparti della Royal Canadian Air Force che lo mantenne in linea fino alla fine del 1942.

Storia del progetto[modifica | modifica sorgente]

Alla fine degli anni trenta l'Air Ministry, il ministero dell'aria britannico, emise una specifica, la R1/36, per la fornitura di un nuovo idrovolante che potesse sostituire i biplani Saro London, Supermarine Stranraer e Short Singapore e da destinare ai compiti di lotta antisommergibile, scorta convogli e ricognizione marittima.

Al concorso risposero la Blackburn Aircraft con il suo B-20 assieme a Supermarine e Saunders-Roe presentando ciascuna un progetto in grado di soddisfare le specifiche richieste. Dopo averne valutato le caratteristiche, il Ministero dichiarò vincitore la Saunders Roe con il loro Saro Lerwick ma si dichiarò comunque interessato anche alla proposta della Blackburn richiedendo a quest'ultima due prototipi per determinare praticamente la validità degli innovativi concetti espressi.

Impiego operativo[modifica | modifica sorgente]

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Canada Canada
Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ London 1988, p. 189

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Bowyer, Chaz. Coastal Command at War. Sheperton, Surrey, UK: Ian Allan Ltd., 1979. ISBN 0-7110-0980-5. (p. 30.)
  • (EN) Bowyer, Michael J.F. Aircraft for the Few: The RAF's Fighters and Bombers in 1940. Sparkford, near Yeovil, Somerset, UK: Patrick Stephens Ltd., 1991. ISBN 1-85260-040-3. (pp. 148-151.)
  • (EN) Green, William. War Planes of the Second World War, Volume Five: Flying Boats. London: Macdonald & Co. (Publishers) Ltd., 1962 (Fifth impression 1972). ISBN 0-356-01449-5. (pp. 84-87.)
  • (EN) Peter London, British Flying Boats, Sutton Publishers Ltd., 2003, ISBN 0-7509-2695-3.
  • (EN) Peter London, Saunders and Saro Aircraft Since 1917, London, Putnam (Conway Maritime Press), 1988, ISBN 0-85177-814-3.
  • (EN) March, Daniel J. British Warplanes of World War II: Combat Aircraft of the RAf and Fleet AIr Arm, 1939-1945. Hoo, nr Rochester, Kent, UK: Aerospace Publishing Ltd., 1998. ISBN 1-84013-391-0. (p. 191.)
  • (EN) Mondey, David. The Hamlyn Concise Guide to British Aircraft of World War II. Hamlyn (publishers),1982 (republished 1994 by Chancellor Press, reprinted 2002). ISBN 1-85152-668-4. (p. 181.)

Velivoli comparabili[modifica | modifica sorgente]

Germania Germania
Regno Unito Regno Unito
Stati Uniti Stati Uniti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]