Satiath

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Satiath
Regina consorte d'Egitto, Grande Sposa Reale, Divina Sposa di Amon
In carica ca. 1479 a.C.
Predecessore Hatshepsut (come Grande Sposa Reale di Thutmose II)
Iside
Successore Merira-Hatshepsut (successiva Grande Sposa Reale di Thutmose III)
Nascita Tebe?
Morte Tebe?
Dinastia XVIII dinastia
Padre Ahmose Pen Nekhbet
Madre Ipu
Consorte Thutmose III
Figli Amenemhat?

Satiath (... – ...) è stata una regina egizia della XVIII dinastia, Grande Sposa Reale di Thutmose III[1].

<
N12 G39 t
>

iah sa.t

Satiath ("Nata da Iah/dalla luna")

Era figlia dell'infermiera reale Ipu[2] e del funzionario Ahmose Pen-Nekhebet[3], non sappiamo se ebbe figli, anche se probabilmente il principe Amenemhat - figlio maggiore di Thutmose, che morì prima di suo padre - fosse suo figlio[4]. Satiath ebbe diverse titoli, tra cui Moglie del Re, Moglie del Grande Re e Moglie del Dio[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aidan Dodson & Dyan Hilton: The Complete Royal Families of Ancient Egypt. Thames & Hudson, 2004, ISBN 0-500-05128-3, p.140
  2. ^ Dodson & Hilton, p.140
  3. ^ Anneke Bart: The New Kingdom Tombs of El Kab / Nekhen, euler.slu.edu.
  4. ^ Dodson & Hilton, pp.132-133,137,140
  5. ^ Grajetski, Ancient Egyptian Queens: a hieroglyphic dictionary, Golden House Publications. p.53

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

M. Bunson, Enciclopedia dell'antico Egitto, La Spezia, Melita edizioni, 1995 ISBN 88-403-7360-8