Satana in corpo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Satana in corpo
Titolo originaleCry of the Banshee
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1970
Durata91 min
Genereorrore
RegiaGordon Hessler
SoggettoTim Kelly
SceneggiaturaChristopher Wicking
ProduttoreSamuel Z. Arkoff, Gordon Hessler e Louis M. Heyward
FotografiaJohn Coquillon
MontaggioOswald Hafenrichter
MusicheLes Baxter
ScenografiaGeorge Provis
Interpreti e personaggi

Satana in corpo (Cry of the Banshee) è un film del 1970 diretto da Gordon Hessler.

Banshee, nel titolo originale inglese, è una figura mitologica celtica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Inghilterra elisabettiana. Lord Edward Whitman, come magistrato, presiede il processo di una giovane donna. Sentenzia che lei è una strega, abbia il suo marchio di riconoscimento, sia frustata per le strade, poi messo sotto custodia nel villaggio.

Quella notte, Lord Edward ospita una festa mentre i suoi scagnozzi perquisiscono la campagna per trovare gli assassini di una pecora. Due adolescenti poveri e dall'aspetto cencioso sono tirati a forza in sala. Un rumore come ululato di lupo da fuori delle pareti avverte che possono portare il marchiati da Satana nel braccio; entrambi gli adolescenti escono uccisi dallo sconteo. Dopo che suo figlio maggiore Sean stuprò la moglie di suo padre (Lady Patricia, interpretata da Essy Persson), Lord Whitman compare in scena borbottando che vuole "ripulire" le streghe nella zona.

Assistito dai suoi due figli più grandi, Whitman va a caccia di streghe tra le colline. Il suo drappello armato interrompe ciò che è apparentemente destinato a essere un Black Sabbath delle streghe. Uccide molte di loro, e dice al resto di spargersi sulle colline per non tornare mai più. Questa impresa fa molto arrabbiare la leader della Congrega, Oona. Per vendicarsi del clan Whitman, Oona chiama un servo magico, un "Sidhe", per distruggere la famiglia del Lord. Purtroppo, la bestia demoniaca prende possesso del cordiale e avvenente giovane servitore Roderick, di cui lo spirito libero del defunto Maureen Whitman è stato innamorato per anni. Il servo posseduto dal demone inizia a uccidere sistematicamente gli appartenenti della famiglia Whitman.

Alla fine, Harry, figlio di Whitman da Cambridge, e padre Tom, coglie di sorpresa Oona e la sua congrega, mentre pianificano la morte di Maureen e di uccidere Oona. In quel momento, Roderick, che stava attaccando Maureen, si interrompe e la lascia. Ben presto ritorna e attacca Lord Edward. Durante questo attacco, Maureen ferisce il demone in testa con un archibugio, apparentemente uccidendolo.

Euforico che la maledizione è finita, Whitman prevede di lasciare la casa con i suoi due figli rimanenti in carrozza. Lungo la strada, si ferma al cimitero, per accertarsi che Roderick sia realmente morto. Con totale orrore trova la bara vuota, e si affretta di nuovo alla carrozza, dove trova morti sia Harry che Maureen. Bully Boy, autista della carrozza, è stato ucciso da Roderick, che ora lo sostituisce alla guida.

Whitman urla il nome del suo guidatore, mentre il calesse si dirige verso mete sconosciute.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema