Sarepta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la città degli Stati Uniti, vedi Sarepta (Louisiana).

Sarepta (a volte Zarepta) era una città fenicia situata fra Sidone e Tiro, nei pressi dell'attuale Sarafand, in Libano.

In passato è stata sede dell'omonima diocesi, ora soppressa e sopravvissuta solo come sede titolare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Libro di Abdia, Sarepta costituiva il confine settentrionale di Canaan. Il lessicografo medievale David ben Abraham Al-Alfāsī identifica Sarepta con la città di Ṣarfend (Judeo-Arabic: צרפנדה).[1] La città, originariamente appartenente a Sidone, passò sotto il controllo di Tiro dopo l'invasione di Salmanassar IV nel 722 a.C. e fu infine conquistata dall'Assiria nel 701 d.C. con il re Sennacherib.

Secondo il primo Libro dei Re, la città era soggetta a Sidone al tempo del re Acab. Il libro riporta l'episodio della vedova di Sarepta: in cambio dell'ospitalità offerta al profeta Elia, Dio moltiplica la farina e l'olio della vedova fino al termine della siccità; inoltre Elia fa risorgere il figlio della vedova, un episodio riportato anche dal Vangelo di Luca[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Hebrew-Arabic Dictionary known as "Kitāb Jāmi' Al-Alfāẓ (Agron)," p. xxxviii, pub. by Solomon L. Skoss, 1936 Yale University
  2. ^ Luca 4:26