Sardinella tawilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sardinella tawilis
Sataw u0.gif Sardinella tawilis.png
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Clupeiformes
Famiglia Clupeidae
Genere Sardinella
Specie S. tawilis
Nomenclatura binomiale
Sardinella tawilis
(Herre, 1927)
Sinonimi

Harengula tawilis
Herre, 1927

Sardinella tawilis (Herre, 1927) è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Clupeidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

A differenza delle altre specie appartenenti al genere Sardinella, che vivono in acque marine o salmastre, questa specie è endemica del Lago Taal, nelle Filippine.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo è fusiforme e allungato,[2] la colorazione è grigia, argentea sui fianchi e più scura sul dorso. La lunghezza massima registrata è di 15,2 cm per gli esemplari femminili e di 12 per i maschi.[1]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è composta da invertebrati acquatici come copepodi (Ciclopoidi, Calanoidi[3]) e cladoceri[4] (Ceriodaphnia, Bosmina, Moina.[3])

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

È oviparo, la fecondazione è esterna. Non ci sono cure nei confronti delle uova.[5]

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie, pur non essendo particolarmente importante dal punto di vista commerciale,[2] è minacciata dalla pesca eccessiva.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Sardinella tawilis, su FishBase. URL consultato il 16 giugno 2014.
  2. ^ a b Whitehead, P.J.P., p. 113.
  3. ^ a b Food items reported for Sardinella tawilis, su FishBase. URL consultato il 16 giugno 2014.
  4. ^ Food and Feeding Habits Summary Sardinella tawilis, su FishBase. URL consultato il 16 giugno 2014.
  5. ^ Reproduction of Sardinella tawilis, su FishBase. URL consultato il 16 giugno 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]