Sarcophagidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sarcophagidae
Mouche à Damier (Sarcophaga carnaria) (16788102904).jpg
Sarcophaga carnaria
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Hexapoda
Classe Insecta
Sottoclasse Pterygota
Coorte Endopterygota
Superordine Oligoneoptera
Sezione Panorpoidea
Ordine Diptera
Sottordine Brachycera
Infraordine Muscomorpha
Superfamiglia Oestroidea
Famiglia Sarcophagidae
Macquart, 1834
Suddivisioni

vedi testo

I Sarcofagidi (Sarcophagidae Macquart, 1834) sono una famiglia di insetti dell'ordine degli Ditteri, i cui membri sono chiamati comunemente "mosche della carne"[1][2][3][4].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I membri di questa famiglia sono generalmente grigi, striati o variegati di nero[1][4]; assomigliano ai calliforidi, che però mostrano spesso una colorazione metallizzata[4].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È una famiglia variegata, che per lo sviluppo delle larve si affida alla necrofagia e saprofagia oppure al parassitismo (ai danni di mammiferi, altri artropodi, lombrichi o lumache; ad esempio la sottofamiglia dei Miltogrammini approfitta delle provviste immagazzinate dagli Aculeati)[1][4]; la maggioranza delle specie depone le uova, che si schiudono quasi subito, dentro materiale organico in decomposizione, come la carne putrefatta, o negli escrementi[1]. Le larve di alcune specie possono essere causa di miasi sia nell'uomo che in altri animali; ad esempio, quelle di Sarcophaga carnaria e Sarcophaga haemorrhoidalis possono essere ingerite assieme ai cibi che le ospitano, causando miasi intestinali; Wohlfahrtia magnifica, invece, depone le uova direttamente nelle mucose e nelle aperture naturali come bocca, naso e orecchi, dando origine a miasi che possono avere gravi conseguenze[1].

Gli adulti si cibano invece di sostanze zuccherine, come nettare, linfa, melata o succo di frutta[4].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Con i suoi numerosi generi, questa famiglia è presente in tutto il mondo[4].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende i seguenti generi[3]:

Sottofamiglia Miltogramminae Lioy, 1864

Sottofamiglia Paramacronychiinae Brauer & Bergenstamm

Sottofamiglia Sarcophaginae Macquart, 1834

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Sarcofagidi, su Treccani.it. URL consultato il 25 luglio 2017.
  2. ^ (EN) Browse taxonomic tree, su Catalogue of Life. URL consultato il 25 luglio 2017.
  3. ^ a b (EN) Sarcophagidae Macquart, 1834, su BioLib.cz. URL consultato il 25 luglio 2017.
  4. ^ a b c d e f (EN) Family Sarcophagidae - Flesh Flies, su BugGuide. URL consultato il 25 luglio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi