Sarah Connor (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sarah Jeanette Connor
Sarah Connor in Terminator 2 - Il giorno del giudizio
Sarah Connor in Terminator 2 - Il giorno del giudizio
Universo Terminator
Lingua orig. Inglese
Epiteto Jeanette
Alter ego

Suzanne Kreiger

Autore James Cameron
1ª app. in Terminator
Ultima app. in Terminator Salvation (voce narrativa)
Interpretata da
Voce orig. Linda Hamilton
(Terminator Salvation)
Voci italiane
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia caucasica
Data di nascita 1965
Professione *cameriera (Terminator)
Abilità
  • uso di armi da fuoco
Parenti
  • John Connor
« Nessuno è mai al sicuro. »
(Sarah Connor)

Sarah Connor è un personaggio immaginario, fra i protagonisti dei film Terminator e Terminator 2 - Il giorno del giudizio, in cui è interpretata da Linda Hamilton. Nella serie televisiva Terminator: The Sarah Connor Chronicles è invece interpretata da Lena Headey.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fino al 1984[modifica | modifica sorgente]

Sarah Jeanette Connor è una giovane studentessa universitaria nata nel 1965 (In Terminator 3 sulla bara è per errore indicato 1959 come anno di nascita, l'errore va a sommarsi ad altri presenti nello stesso film come ad esempio il fatto che avessero tentato di uccidere John Connor all'età di 13 anni, mentre in realtà nel 1994, all'epoca in cui si svolgono i fatti del secondo film ne aveva circa 10), e che vive a Los Angeles mantenendosi agli studi come cameriera in un fast food. Condivide l'appartamento con la compagna Ginger.

Un giorno, nel 1984, la sua vita cambia bruscamente quando un cyborg di classe T-800 inviato dal futuro tenta misteriosamente di assassinarla. Esso, non disponendo dei mezzi per identificarla, elabora un piano per arrivare fino a lei eliminando tutte e tre le persone che sull'elenco del telefono rispondono al suo stesso nome.

Un venerdì sera, esce per divertirsi, e il T-800 irrompe nel suo appartamento, uccidendo Ginger e il suo fidanzato. Scopre però di aver sbagliato bersaglio, e perquisendo l'abitazione rinviene una fotografia da cui ottiene la possibilità di identificare la giovane vittima.

In difesa della ragazza interviene però un giovane guerriero di nome Kyle Reese.

Dalla sua guardia del corpo, la giovane e innocente Sarah scopre una realtà allucinante: tra pochi anni scoppierà una guerra nucleare che distruggerà il mondo, e le macchine, i Terminators, prenderanno il sopravvento sui superstiti dell'umanità per conto di un network di nome Skynet. Solo suo figlio, John Connor, sarà capace di unire le sacche di resistenza contro Skynet, abbattere i Terminators e disattivare la mente del loro comandante.

Il T-800 ha dunque l'incarico di ucciderla prima che metta al mondo un figlio, alterando la storia a vantaggio di Skynet. Sarah si salva ripetutamente dal suo assassino, grazie alle abilità del sergente Reese, che rimane ucciso durante la missione. Lei riesce a distruggere il cyborg, già martoriato, schiacciandolo in una pressa idraulica.

1984 - 1997[modifica | modifica sorgente]

Poco dopo mette al mondo il figlio di Reese, il celebre John Connor, e inizia una serie di burrascose storie d'amore con contrabbandieri e berretti verdi, causando disastri nelle centrali informatiche legate al progetto di sviluppo di Skynet, finché non viene rinchiusa al manicomio criminale del Pescadero, in cui è assistita dal dottor Peter Silberman, che la ritiene malata di mente. Nel 1994, tenta di evadere, e viene raggiunta dal figlio decenne John, protetto da un altro Terminator di tipo T-800 contro le insidie di un altro sicario cibernetico di Skynet, questa volta un T-1000. Una volta al sicuro, Sarah tenta l'eliminazione di Myles Dyson, un ingegnere informatico, al fine di arrestare il progetto sulle intelligenze artificiali e cibernetiche definitivamente, impedendo la creazione di Skynet. Con l'aiuto di John e del Terminator, riesce a distruggere la Cyberdine System e a demolire i rottami del cyborg che dieci anni prima aveva tentato di ucciderla. Muore di leucemia nel 1997, dopo aver vissuto da qualche parte in Bassa California, e le sue ceneri vengono sparse in mare. A Los Angeles dispone che venga costruito un finto loculo, nella cui bara i suoi amici introducono alcune armi pesanti affinché il figlio John possa farne uso nel caso che Skynet e i suoi Terminators dovessero manifestarsi.

Linea temporale alternativa[modifica | modifica sorgente]

In una linea alternativa rispetto agli eventi descritti in Terminator 3 - Le macchine ribelli Sarah attraverso un viaggio nel tempo avvenuto prima della sua morte assieme al figlio John e al Terminator Cameron, riesce a superare la data della sua morte, rimanendo viva e scoprendo che i terminator nel 2007 (il giorno del giudizio grazie agli avvenimenti avvenuti in Terminator 2 si è spostato nel 2011, il che è un'incongruenza rispetto alla serie classica dal momento che in T3 esso avviene nel 2004 e non si capisce, quindi, il motivo di questa ulteriore posticipazione poiché se gli avvenimenti della serie e del film T3 avvengono in linee temporali diverse, i progetti e il corso per la costruzione di Skynet restano i medesimi) hanno vari scopi tra i quali la salvaguardia del "turco" (il futuro skynet) e altre missioni come l'approvvigionamento del Coltan, il materiale con cui sono fatti i Terminator e che durante la guerra diventerà molto raro.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]