Sara Renda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sara Renda

Sara Renda (Alcamo, 12 febbraio 1991) è una ballerina italiana di danza classica. Il 15 dicembre 2015 è stata nominata étoile dell'Opéra National de Bordeaux, una delle più giovani ballerine ad aver ottenuto questo riconoscimento.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sara è originaria di Alcamo, nella provincia di Trapani, dove ha trascorso i primi anni: la madre è un'insegnante di educazione fisica, ex campionessa di pattinaggio a rotelle, e il padre lavora al Ministero della giustizia. Ad appena tre anni di età, la mamma l'ha iscritta alla scuola di danza di Annamaria Campanelli, poi è passata al Teatro Massimo di Palermo, dove faceva parte della sezione “Piccoli Danzatori”.[1]

In seguito, grazie a Marco Pierin, presente in giuria ad un concorso, a 11 anni ha sostenuto con successo l’audizione all’Accademia Teatro alla Scala di Milano, dove è stata ammessa; si è diplomata con il massimo dei voti, ma non essendo poi stata scelta per il corpo di ballo scaligero, si è trasferita in Francia nel 2010.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2010 ha firmato un contratto con l'Opéra National de Bordeaux, e dopo 4 anni, nel dicembre 2014 è stata nominata prima ballerina, per poi essere promossa, appena un anno dopo e alla giovane età di 24 anni, Étoile da Charles Jude, direttore della compagnia, e Thierry Fouchet direttore del teatro.[1]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Luglio 2014: medaglia di bronzo al prestigioso Concorso internazionale di balletto di Varna:[2] prima italiana a salire sul podio, nei cinquanta anni di esistenza di questa competizione). Nella sezione femminile, la giuria, sotto la presidenza di Vladimir Vassiliev, ha assegnato solo due medaglie d’argento e due di bronzo, nessuna medaglia d’oro.[2]
  • 10 gennaio 2015: targa di encomio, consegnata dal sindaco di Alcamo, dott. Sebastiano Bonventre[3]
  • 2015: vincitrice del premio Danza&Danza, come migliore Danzatrice italiana all'estero.
  • 2015: Premio DanzArenzano Arte 2015[4]
  • 15 dicembre 2015: nomina a Étoile dell'Opéra National de Bordeaux
  • 22 luglio 2019: Una targa di encomio, consegnata dal sindaco di Alcamo, dott. Domenico Surdi, in segno di riconoscimento personale per essersi distinta nella sua brillante carriera artistica di ballerina.

Performances[modifica | modifica wikitesto]

Come prima ballerina ha ballato in questi ruoli principali:

  • Roméo et Juliette
  • Giselle (2011 e 2012)
  • Variation de l’Acte III dans Paquita (Dans les pas de Petipa, giugno 2012)
  • Casse-Noisette di Charles Jude (dicembre 2014)
  • Tétris creazione di A.Egéa
  • Don Chisciotte
  • Lo Schiaccianoci e la Bella Addormentata di Charles Jude (dicembre 2012)
  • Strawinsky Violin Concerto
  • I Quattro Temperamenti di G. Balanchine
  • Carmina Burana et Chopin Número Uno di Mauricio Wainrot
  • Un Américain à Paris et Rhapsody in Blue di McNeely[4]
  • Who Cares? di George Balanchine
  • Il est de certains coeurs di Itzik Galili
  • Parfois une hirondelle, creazione di C. Brumachon
  • Coppélia (giugno 2013)
  • Symphonie en trois mouvements, creazione di R. Wherlock (ottobre 2013)
  • Tam-tam et percussion di F. Blaska,
  • Cupidon dans Don Quichotte di Charles Jude (2014)
  • Pneuma di Carolyn Carlson (marzo 2014)
  • Suite en blanc di Serge Lifar (ottobre 2014)
  • Marie in Casse-Noisette (dicembre 2014)
  • If to Leave is to Remember di Carolyn Carlson (4 Tendances, 5 marzo 2015)
  • Pas de trois et danse espagnole:Le Lac des cygnes di Charles Jude (giugno 2015)[4]
  • Gala Petipa (ottobre 2015)
  • Aurore in:La Belle au bois dormant di Charles Jude (dicembre 2015)
  • La Reine Morte di Kader Belarbi (marzo 2016)
  • rôle-titre in Giselle di Charles Jude (maggio 2016)
  • Le Messie di Mauricio Wainrot (giugno 2016)
  • Duo de Don Quichotte di Massenet chorégraphie Blanca Li (Les Voyages de Don Quichotte settembre 2016),
  • Ariel:La Tempête di Mauricio Wainrot (novembre 2016)
  • I viaggi di Don Chisciotte (settembre 2016)
  • Coppélia (dicembre 2016)[4]
  • Roméo et Juliette (luglio 2017)
  • If to Leave is to Remember di Carolyn Carlson e Suite en blanc di Serge Lifar (ottobre 2017)
  • Don Quichotte (dicembre 2017)
  • Le Riche di Carolyn Carlson (marzo 2018)
  • Notre-Dame de Paris (luglio 2019)
  • Cenerentola (dicembre 2019)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla danza, nel tempo libero Sara coltiva questi hobby:

Meditazione, serie TV, cinema, viaggiare,[1] ballo latino-americano[5]

Il 21 luglio 2017 Sara si è sposata ad Alcamo con Riccardo Sardonè, attore e regista italiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]