Sara Casanova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sara Casanova

Sindaco di Lodi
In carica
Inizio mandato 27 giugno 2017
Predecessore Simone Uggetti

Dati generali
Partito politico Lega Nord

Sara Casanova (Lodi, 24 giugno 1977) è una politica italiana, esponente della Lega Nord.

Dal giugno del 2017 ricopre la carica di sindaco di Lodi[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta a Lodi, è laureata in architettura al Politecnico di Milano.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

È stata dapprima segretario cittadino (2011-2016) e poi vicesegretario provinciale (dal 2016) della Lega Nord. Ha svolto le funzioni di consigliere comunale di Lodi dal 2013 sino al commissariamento del comune nel 2016, in seguito alle dimissioni di Simone Uggetti.

Nel 2017 avanzò la propria candidatura a sindaco di Lodi in rappresentanza di una coalizione di centro-destra costituita da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d'Italia, Partito Pensionati e una lista civica[2]. Al primo turno di votazione ottenne il 27,3% dei consensi a fronte del 30,6% di Carlo Gendarini, esponente del centro-sinistra[3][4]; Casanova riuscì però a prevalere al ballottaggio con il 56,9% dei suffragi, grazie anche all'apparentamento con le quattro liste civiche che avevano sostenuto la candidatura dell'ex forzista Lorenzo Maggi, il quale fu poi nominato vicesindaco[1][4][5][6].

La rappresentante della Lega Nord iniziò formalmente il proprio mandato il 27 giugno 2017, diventando la prima donna a ricoprire la carica di sindaco di Lodi[1][7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Insediamento del sindaco, Sara Casanova inizia il suo mandato alla guida del Broletto, Comune di Lodi, 27 giugno 2017. URL consultato il 28 giugno 2017 (archiviato il 28 giugno 2017).
  2. ^ Affluenza e risultati, Ministero dell'interno. URL consultato il 2 luglio 2017.
  3. ^ Pubblicati i dati ufficiali a seguito della convalida dell'Ufficio centrale elettorale (comunicato stampa), Comune di Lodi, 14 giugno 2017.
  4. ^ a b Francesco Gastaldi, Lodi, Sara l'architetto del Carroccio che ha espugnato il feudo «rosso», in Il Corriere della Sera, 26 giugno 2017. URL consultato il 2 luglio 2017.
  5. ^ La Giunta Comunale, Comune di Lodi, 4 luglio 2017. URL consultato il 4 luglio 2017.
  6. ^ Greta Boni, Casanova presenta la sua squadra, in Il Cittadino, 5 luglio 2017, p. 3.
  7. ^ Greta Boni, Casanova, primo giorno da sindaco. Ieri l'insediamento nel suo ufficio, in Il Cittadino, 28 giugno 2017, p. 3.