Santuario di Fátima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Santuario di Nostra Signora di Fátima" rimanda qui. Se stai cercando il santuario di Sant'Ambrogio di Torino, vedi Santuario di Nostra Signora di Fátima (Sant'Ambrogio di Torino).
Santuario di Fátima
Santuário de Fátima (36) - Jul 2008 (cropped).jpg
Il santuario di Fátima
StatoPortogallo Portogallo
RegioneCentro
LocalitàCova da Iria (Ourém)
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareVergine Maria
Diocesi Leiria-Fátima
Consacrazione7 ottobre 1953
ArchitettoGerard van Kriechen
Stile architettonicoNeobarocco
Inizio costruzione1928
Completamento1953
Sito webwww.fatima.pt/en/

Coordinate: 39°37′55.67″N 8°40′18.43″W / 39.632131°N 8.671786°W39.632131; -8.671786

Il santuario di Fátima è un luogo di culto cattolico del Portogallo che si trova nel comune di Ourém. Sorge a Cova da Iria, nella frazione comunale di Fátima, sul luogo delle apparizioni di Maria, madre di Gesù, a tre giovani pastori nel 1917[1]. Esso è venerato dai cattolici come uno dei più importanti luoghi del culto mariano.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il santuario ha ricevuto le visite dei seguenti papi: Paolo VI, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco. Anche Pio XII e Giovanni XXIII manifestarono devozione per l'evento ascritto alla località portoghese[2].

In particolare, Giovanni Paolo II era molto legato al santuario di Fátima soprattutto a causa dell'attentato subito nel 1981, proprio nella ricorrenza della Madonna di Fátima; per questo, all'interno della corona della Madonna, è stato fatto incastonare il proiettile estrattogli e, più tardi, nei pressi della basilica è stata collocata una statua dedicata al pontefice.[3]

Il santuario dista 11 km da Ourém, 25 da Leiria, 120 da Lisbona, 180 da Oporto e si trova a circa 300 metri sul livello del mare, sul massiccio calcareo dell'Estremadura.

La basilica di Nostra Signora del Rosario, realizzata in stile neobarocco, è preceduta da un ampio piazzale e sorge al centro di un colonnato (200 colonne). Al di sopra del portale principale di ingresso si eleva la torre campanaria alta 65 metri. L'interno, decorato con gusto secentesco, è a navata unica con cappelle laterali sovrastate da ampi matronei. Ai lati dell'altare maggiore si venerano le tombe dei veggenti: Giacinta e Francesco Marto, beatificati da Giovanni Paolo II e canonizzati da Papa Francesco, e Lucia, morta nel 2005. L'organo a canne, costruito nel 2014-2015 dalla ditta Mascioni, è frutto del rifacimento di un precedente strumento realizzato nel 1952 dai Fratelli Ruffatti; dispone di 90 registri su cinque manuali e pedale.

La statua in legno della Madonna è custodita nella cappellina delle apparizioni, scolpita, dietro indicazioni di Lucia, dall'artista portoghese José Ferreira Thedim, nel 1920[4].

Il 13 maggio 2017, alla presenza di papa Francesco, si sono tenuti i festeggiamenti per il centenario delle apparizioni.


L'interno del santuario di Fátima
I tre pastorelli di Fátima: Lúcia dos Santos, Francesco e Giacinta Marto
La statua della Madonna di Fátima nella Cappellina delle Apparizioni

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Rosa d'Oro (3) - nastrino per uniforme ordinaria Rosa d'Oro (3)
— 1965, 12 maggio 2010 e 12 maggio 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gonzaga, p. 10
  2. ^ Gonzaga, p.35
  3. ^ D'Alpa, p. 16
  4. ^ Gonzaga, p. 43

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • F. D'Alpa, Fatima critica, Laiko 2007.
  • L. Gonzaga da Fonseca, Le meraviglie di Fatima, San Paolo, Alba 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN167610733 · LCCN (ENno2016019105 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016019105