Santuario di Crochi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santuario di Crochi
StatoItalia Italia
RegioneCalabria
LocalitàCaulonia
ReligioneCattolica
TitolareMaria
Diocesi Locri-Gerace

Coordinate: 38°28′04.8″N 16°26′56.04″E / 38.468°N 16.4489°E38.468; 16.4489

Il santuario di Crochi è un santuario cattolico calabrese dedicato alla Madonna nella frazione Crochi di Caulonia, sulla sponda destra della fiumara Amusa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il santuario fu edificato tra il XVI e il XVII secolo per volere del nobile Vincenzo Carafa, in una posizione diversa da quella attuale.[1]

Una leggenda narra che il tempio sarebbe stato costruito come ex voto dal Carafa in ringraziamento al presunto miracoloso riacquisto della parola da parte della figlia[1]. Un'altra versione vuole l'edificio sorto in seguito all'apparizione ad un eremita della Regina degli Angeli, che avrebbe richiesto l'edificazione di una chiesa in suo onore[1].

L'edificio crollò a seguito di scosse di terremoto e di una esondazione della fiumara. Fu ricostruito più a monte nel 1877 per volere del bracciante Domenico Circosta, e divenne parrocchia il 14 agosto 1914 per comunità della frazione di Crochi, ad opera di Giorgio Francesco Delrio.

La festa[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi tre giorni della seconda settimana di Settembre si svolge la festa dedicata a Maria, durante la quale ha luogo un piccolo mercato, uno spettacolo di musica folcloristica locale, il ballo del ciuccio, uno spettacolo pirotecnico e fino agli anni '60 vi era anche la tradizione di fare falò sulle sponde della fiumara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]