Santiago Gentiletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Santiago Gentiletti
Lazio-Dnepr (2) - копия.jpg
Gentiletti, nel 2015, con la maglia della Lazio.
Nome Santiago Juan Gentiletti Selak
Nazionalità Argentina Argentina
Altezza 184 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Genoa
Carriera
Giovanili
2003-2004 Gimnasia (LP)
Squadre di club1
2004-2008 Gimnasia (LP) 53 (1)
2008 Provincial Osorno 6 (0)
2009 O'Higgins 30 (0)
2010-2011 Argentinos 50 (2)
2011-2012 Brest 15 (2)
2012-2014 San Lorenzo 51 (2)
2014-2016 Lazio 24 (1)
2016- Genoa 0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 maggio 2016

Santiago Juan Gentiletti Selak (Gödeken, 9 gennaio 1985) è un calciatore argentino, difensore del Genoa.

È soprannominato El Chueco (in lingua italiana Lo Storto), soprannome che gli è stato affibbiato sin da piccolo.[1]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale molto energico che dà il meglio di sé in fase di marcatura. Non troppo veloce, usa spesso l'anticipo e il corpo a corpo per strappare la palla agli avversari. Essendo un mancino naturale può giocare sia in una difesa a quattro o come centrale di sinistra di una linea a tre.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gimnasia La Plata[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la propria carriera nelle trafile del club argentino del Gimnasia La Plata, con il quale, prima aver compiuto tutto il percorso con le formazioni giovanili del club, esordisce il 9 aprile 2005 nella vittoria per 4-2 contro il Vélez Sarsfield. Conclude la sua prima stagione da professionista con 5 presenze all'attivo.

Nella seconda stagione, con il Gimnasia LP, firma la sua prima marcatura, da professionista, in occasione della vittoria per 3-0 contro il San Lorenzo;[2] Gentiletti firma la seconda rete al 34º minuto. Con il Gimnasia disputa 57 partite dove mette a segno una sola rete.

Provincial Osorno e O'Higgins[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 viene ceduto in prestito al club cileno del Provincial Osorno con il quale gioca appena 8 parite e siglando un gol. L'anno successivo viene ceduto, nuovamente in prestito, all'O'Higgins, club cileno con il quale gioca 31 partite dove mette a segno un gol.

Argentinos Juniors e il prestito al Brest[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio del 2010 passa agli argentini dell'Argentinos Juniors. Esordisce il 16 febbraio 2010 nel pareggio per 1-1, partita in cui viene anche ammonito, contro il Newell's Old Boys.[3] Il 28 febbraio successivo mette a segno anche la sua prima rete con la nuova maglia, in occasione della sconfitta interna per 2-1 contro il Godoy Cruz.[4] Il 16 maggio 2010 vince il suo primo campionato, titolo che mancava al club da 25 anni. Conclude la prima stagione con l'Argentinos JR con 16 presenze e 1 gol.

Dopo due stagioni con l'Argentinos Juniors, dove totalizza 58 presenze e 2 gol decide di trasferirsi nel vecchio continente venendo ceduto, in prestito, ai francesi del Brest. Il 13 agosto 2011, esordisce con la maglia del club francese nel pareggio esterno, per 0-0, contro il Valenciennes.[5] Il 17 settembre successivo, sigla la sua prima rete in terra europea; firmando il 2-2 finale contro il Montpellier.[6] L'11 febbraio 2012 torna al gol firmando, nei minuti di recupero, l'1-1 finale contro il Digione.[7] La stagione non è esaltante poiché il Brest ottiene la salvezza con 3 punti di vantaggio sul diciottesimo posto in classifica, infatti il club francese decide di non riscattare il difensore argentino che fa ritorno in patria.

San Lorenzo[modifica | modifica wikitesto]

Il San Lorenzo decide di acquistarlo e di puntare su di lui, di fatti diviene subito il titolare inamovibile. Esordisce il 9 settembre 2012 nella vittoria interna per 2-1 contro il Colón de Santa Fe; subentrando, al 90º minuto, a Ignacio Piatti.[8] Il primo gol con la nuova maglia arriva il 23 febbraio 2013 nel pareggio esterno, per 1-1, contro l'Estudiantes.[9] Conclude la prima stagione con 30 presenze e 1 gol.

Il 15 dicembre 2013 vince il suo secondo campionato argentino, con il San Lorenzo che non vinceva il titolo dal 2007. L'8 maggio 2014 mette a segno l'unica rete nei quarti di finale, di Coppa Libertadores, contro i brasiliani del Cruzeiro; tale risultato, insieme al pareggio per 1-1 della partita di ritorno, permette al club del San Lorenzo di volare in semifinale.[10] Il 13 agosto 2014 vince la sua prima Coppa Libertadores, primo trofeo anche per il San Lorenzo, ai danni dei paraguaiani del Club Nacional.[11] Lascia il San Lorenzo, per tornare in Europa e giocare con il club italiano della Lazio, dopo 73 presenze e 3 gol.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 agosto 2014 viene acquistato dalla Lazio pagando la clausola rescissoria di 2,5 milioni di euro.[12][13] Esordisce il 14 settembre successivo in occasione della vittoria casalinga, per 3-0, contro il Cesena.[14] Scende in campo anche in occasione della partita successiva contro il Genoa, partita persa per 1-0, in cui subisce un grave infortunio che lo tiene fuori dai campi per circa 6 mesi.[15] Segna il suo primo gol con la maglia biancoceleste tornando in campo da titolare, 237 giorni dopo l'infortunio, proprio al Ferraris di Genova regalando alla sua squadra la vittoria per 0-1 contro la Sampdoria.[16] Il 20 maggio 2015 perde la finale di Coppa Italia dove la Lazio viene sconfitta dalla Juventus per 2-1.[17] Conclude la prima stagione in Italia totalizzando 6 presenze dove mette a segno 1 rete.

La seconda stagione si apre l'8 agosto 2015, giocando da titolare e perdendo la Supercoppa italiana 2015, per 2-0, contro i Campioni d'Italia della Juventus.[18] Il 18 agosto successivo disputa la sua prima partita in Champions League in occasione del turno preliminare, vinto per 1-0, contro i tedeschi del Bayer Leverkusen. Chiude la stagione con un bottino di 27 presenze.

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 luglio 2016 viene ufficializzato il suo trasferimento, a titolo definitivo, al Genoa per una cifra vicina ai 500 mila euro.[19]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 15 maggio 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Argentina Gimnasia (LP) PD 5 0 - - - - - - - - - 5 0
2005-2006 PD 14 1 - - - - - - - - - 14 1
2006-2007 PD 21 0 - - - CS+CL 0+4 0+0 - - - 25 0
2007-2008 PD 13 0 - - - - - - - - - 13 0
Totale Gimnasia (LP) 53 1 - - 4 0 - - 57 1
2008 Cile Provincial Osorno PD 6 0 CC 2 1 - - - - - - 8 1
2009 Cile O'Higgins PD 30 0 CC 1 1 - - - - - - 31 1
gen.-giu. 2010 Argentina Argentinos PD 16 1 - - - - - - - - - 16 1
2010-2011 PD 34 1 - - - CS+CL 2+6 0+0 - - - 42 1
Totale Argentinos 50 2 - - 8 0 - - 58 2
2011-2012 Francia Brest L1 15 2 CF+CdL 1+1 0+0 - - - - - - 17 2
2012-2013 Argentina San Lorenzo PD 25 1 CA 5 0 - - - - - - 30 1
2013-2014 PD 26 1 CA 1 0 CS+CL 2+14 0+1 - - - 43 2
Totale San Lorenzo 51 2 6 0 16 1 - - - 73 3
2014-2015 Italia Lazio A 5 1 CI 1 0 - - - - - - 6 1
2015-2016 A 19 0 CI 0 0 UCL+UEL 2[20]+5 0+0 SI 1 0 27 0
Totale Lazio 24 1 1 0 7 0 1 0 33 1
2016-2017 Italia Genoa A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale carriera 229 8 12 2 35 1 1 0 277 11

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Argentinos Juniors: Clausura 2010
San Lorenzo: Inicial 2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

San Lorenzo: 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b El Chueco Gentiletti: il gringo che cerca il riscatto in Europa lalaziosiamonoi.it
  2. ^ El alma de Gimnasia dejò sin nada a San Lorenzo http://edant.clarin.com/
  3. ^ Argentinos Juniors 1 - 1 Newell's Old Boys soccerway.com
  4. ^ Argentinos Juniors 1 - 2 Godoy Cruz Antonio Tomba soccerway.com
  5. ^ Valenciennes 0 - 0 Brest soccerway.com
  6. ^ Brest 2 - 2 Montpellier soccerway.com
  7. ^ Brest 1 - 1 Dijon soccerway.com
  8. ^ San Lorenzo 2 - 1 Colon soccerway.com
  9. ^ Estudiantes De La Plata 1 - 1 San Lorenzo soccerway.com
  10. ^ San Lorenzo 1 - 0 Cruzeiro soccerway.com
  11. ^ Coppa Libertadores al San Lorenzo, la squadra del cuore del Papa repubblica.it
  12. ^ Comunicato sslazio.it
  13. ^ Gentiletti, c'è l'ufficialità. Lotito: "Soddisfatti di un acquisto così importante!" lalaziosiamonoi.it
  14. ^ Gentiletti: "Tre punti importanti, avevo tanta grinta da mettere in campo!" lalaziosiamonoi.it
  15. ^ Infermeria sslazio.it
  16. ^ Da Marassi a Marassi: la rivincita del 'Chueco' Gentiletti è dolcissima dopo 237 giorni, su LAZIONEWS.eu. URL consultato il 16 maggio 2015.
  17. ^ Juventus, in bacheca la decima Coppa Italia! Lazio freddata da mitra Matri, in tuttomercatoweb, 30 maggio 2015.
  18. ^ La Juventus conquista la Supercoppa TIM, su legaseriea.it, 8 agosto 2015. URL consultato il 9 agosto 2015.
  19. ^ Comunicato, su sslazio.it, 18 luglio 2016. URL consultato il 18 luglio 2016.
  20. ^ Nel turno preliminare contro il Bayer Leverkusen.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]