Sant'Anna di Campore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sant'Anna di Campore
Campore
frazione
Sant'Anna di Campore
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
ComuneCuorgnè-Stemma.png Cuorgnè
Territorio
Coordinate45°24′21.17″N 7°37′13.66″E / 45.40588°N 7.62046°E45.40588; 7.62046 (Sant'Anna di Campore
Campore
)
Coordinate: 45°24′21.17″N 7°37′13.66″E / 45.40588°N 7.62046°E45.40588; 7.62046 (Sant'Anna di Campore
Campore
)
Altitudine417 m s.l.m.
Abitanti60[1] (21-10-2001)
Altre informazioni
Cod. postale10082
Prefisso0124
Fuso orarioUTC+1
PatronoSant'Anna
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sant'Anna di Campore Campore
Sant'Anna di Campore
Campore

Sant'Anna di Campore o semplicemente Campore è una frazione di Cuorgnè con 60 abitanti (Provincia di Torino, Piemonte).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La località era un tempo detta Canava, e pare che da questo nome derivi quello di Canavese[2].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

L'omonima chiesetta di Sant'Anna è citata da Goffredo Casalis nel suo Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S. M. il Re di Sardegna [3].

Nel libro di Silvino Gonzato "La tempestosa vita di capitan Salgari" si racconta che negli anni torinesi, Emilio Salgari abbia preso in affitto una stanza a Campore e da lui stesso affrescata con motivi malesi, posta alla fine di un pendio di una verde collina, tale fabbricato ancora presente è individuato in un rustico in località Verneto 7, costruito nel 1895. Nello specifico gli affreschi erano presenti nella stanza Nord del secondo piano e nella cantina. Da tale fabbricato guardando verso Nord è possibile ammirare la Quinzeina, di cui Salgari racconta: "Ero ritornato da una gita intrapresa col signor Logrand sulla Quinsegna, una delle più alte montagne del Canavese, la cui vetta sorpassa i duemiladuecento metri e dove, di lassù, si può spaziare lo sguardo su quasi tutto il Piemonte e sulla gigantesca catena delle Alpi occidentali. Sfinito da una marcia di nove ore, attraverso a burroni ripidissimi, fra gole profonde, su per rupi dove bisogna arrampicarsi come i gatti, poiché nemmeno le più agili capre sarebbero state capaci di superarle, anelavo di trovarmi a Cuorgnè e di riposarmi."

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Campore è direttamente collegata a Torino grazie alla stazione ferroviaria sulla Ferrovia Canavesana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT
  2. ^ Piercarlo Jorio, L'immaginario popolare nelle leggende alpine, Priuli & Verlucca, 1994, pp. 88.
  3. ^ Goffredo Casalis, Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S. M. il Re di Sardegna compilato per cura del professore Goffredo Casalis, vol. 5, G. Maspero librajo, Cassone Marzorati Vercellotti tipografi, 1839, pp. 812.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte