Sani Abacha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sani Abacha
Nigerian Public Domain 146.jpg

Capo di Stato della Nigeria
Durata mandato 17 novembre 1993 –
8 giugno 1998
Predecessore Ernest Shonekan
Successore Abdulsalami Abubakar

Dati generali
Partito politico Indipendente
Firma Firma di Sani Abacha
Sani Abacha
NascitaKano, 20 settembre 1943
MorteAbuja, 8 giugno 1998
Dati militari
Paese servitoNigeria Nigeria
Forza armataFlag of the Nigerian Army Headquarters.svg Esercito nigeriano
Anni di servizio1963 - 1998
GradoGenerale
GuerreGuerra civile in Nigeria
Comandante diCapo di stato maggiore della difesa
Capo di stato maggiore dell'Esercito nigeriano
voci di militari presenti su Wikipedia

Sani Abacha (Kano, 20 settembre 1943Abuja, 8 giugno 1998) è stato un generale e politico nigeriano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato generale della Nigerian Army e Presidente della Nigeria dal novembre 1993 al giugno 1998. Nel 1993 ha guidato il colpo di Stato che lo ha portato al potere e ha dato avvio ad un regime drammatico, in cui la popolazione è stata ridotta alla fame a causa della cattiva gestione delle risorse: il dittatore fece crollare il sistema di distribuzione del carburante e non diede alcuno sviluppo alle telecomunicazioni e al lavoro.

Il suo mandato fu caratterizzato da diverse violazioni dei diritti umani, da una corruzione endemica e dall'incremento di rapine e prostituzione. Abacha si occupò solo dell'esportazione del petrolio. Morì in circostanze misteriose nel 1998 e nei giorni successivi alla sua morte il popolo nigeriano scese in piazza per festeggiare e accolse la notizia come una benedizione.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Richard Amechi Chinyelu, Nigeria: storia economia e risorse, società e tradizioni, arte e cultura, religione, Edizioni Pendragon, 2000, ISBN 978-88-8342-053-5. URL consultato il 23 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN80884465 · ISNI (EN0000 0000 5605 8114 · LCCN (ENn97013294 · GND (DE136560830 · WorldCat Identities (ENlccn-n97013294