Sandrine nella pioggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sandrine nella pioggia
Sandrine nella pioggia.jpg
Paese di produzioneItalia, Germania
Anno2008
Durata105 min
Generedrammatico, thriller
RegiaTonino Zangardi
SceneggiaturaAngelo Orlando, Tonino Zangardi
ProduttoreMauro Castellini, Pier Luigi Corvi-Mora, Enzo Sisti
Casa di produzioneAtalante Film, Minerva Pictures
Distribuzione (Italia)Atalante Film, Minerva Pictures
FotografiaGiovanni Mammolott
MontaggioOsvaldo Bargero
ScenografiaDionisia Cirasola
CostumiClaudio Manzi
TruccoStefano Ceccarelli
Interpreti e personaggi

Sandrine nella pioggia è un film del 2008 diretto da Tonino Zangardi. Il film è stato distribuito 20 aprile 2012.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante una sparatoria con dei banditi che hanno appena rapinato una banca, un agente di polizia colpisce involontariamente una giovane innocente, Martine, uccidendola. Distrutto dal senso di colpa, Leonardo lascia il proprio incarico di agente per passare ad un lavoro di ufficio e tentare di recuperare il proprio equilibrio interiore lontano dalla strada. Conosce però l'affascinante Sandrine che arriva nella sua vita sconvolgendola. Sandrine è in realtà la sorella di Martine ed il suo obiettivo era quello di rovinare la vita dell'agente per vendicare la sorella. Tuttavia Sandrine si innamora di Leonardo ed il piano salterebbe, se non fosse per Vincent, complice di Sandrine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Film girato interamente a Mantova e dintorni. Quarto lungometraggio del regista Tonino Zangardi sesto se si includono due regie co-firmate: L'ultimo mundial con Antonella Ponziani e Ma l'amore... sì! con Marco Costa. Scritto con Angelo Orlando. Il film narra la tormentata storia d'amore tra un poliziotto, perseguitato da un complesso di colpa per aver ucciso per sbaglio una ragazza durante una sanguinosa rapina e una donna misteriosa che appare all'improvviso nella sua vita. Girato nel 2008, trova un'uscita quattro anni dopo esser stato realizzato e aver rischiato l'oblio. Lo stesso regista rileva la pellicola e riesce a distribuirlo con Atalante Film. Nel cast figura l'attrice francese Sara Forestier, vincitrice del Premio César per la migliore attrice, per il film Le nom de gens e per il premiatissimo La schivata, del regista Abdel Kechiche

Tonino Accolla ha partecipato al film con un cameo e ha inoltre diretto il doppiaggio per la versione italiana del film.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema