Sandra Cisneros

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sandra Cisneros nel 2009

Sandra Cisneros (Chicago, 20 dicembre 1954) è una scrittrice e poetessa statunitense d'origine messicana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sandra Cisneros è nata a Chicago nel 1954 da padre messicano e madre chicana, unica femmina di sette fratelli[1].

Dopo gli studi alla Loyola University Chicago dove ottiene un B.A. nel 1976, viene ammessa al prestigioso Writers' Workshop all'Università dell'Iowa dove si laurea con un M.F.A. nel 1978[2].

Nel corso della sua carriera iniziata nel 1980 con le liriche di Bad Boys, ha pubblicato 2 romanzi, saggi, raccolte di racconti e poetiche e libri per ragazzi ricevendo numerosi riconoscimenti come il Lannan Literary Award, l'American Book Awards[3] e il MacArthur Fellows Program[4].

Parallelamente all'attività di scrittrice ha svolto anche quella d'insegnante presso numerose scuole pubbliche come la Latino Youth High School ed università quali quella della California e del Michigan[5].

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura per l'infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bad boys (1980)
  • My Wicked Wicked Ways (1987)
  • Loose Woman (1994)

Saggi e Biografie[modifica | modifica wikitesto]

  • Vintage Cisneros (2004)
  • Machu Picchu, Mantova, Corraini 2005 traduzione di Monica Pavani ISBN 88-7570-073-7
  • A House of My Own: Stories from My Life (2015)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista di David Frati, su mangialibri.com. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Sandra Cisneros Biography, su cliffsnotes.com. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  3. ^ (EN) Breve biografia, su loc.gov. URL consultato il 31 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Profilo della scrittrice, su goodreads.com. URL consultato il 21 febbraio 2018.
  5. ^ (EN) Cenni biografici e analisi dell'opera, su gradesaver.com. URL consultato il 21 febbraio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sandra Cisneros: Latina writer and activist di Caryn Mirriam-Goldberg, Enslow, 1998
  • A home in the heart: the story of Sandra Cisneros di Virginia Brackett, Greensboro, Morgan Reynolds, 2005

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN112460612 · ISNI (EN0000 0001 0936 532X · SBN IT\ICCU\RAVV\076571 · Europeana agent/base/64233 · LCCN (ENn84021632 · GND (DE119373599 · BNF (FRcb12312553m (data) · BNE (ESXX888885 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n84021632