San Vito (Polignano a Mare)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Vito
frazione
San Vito – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Apulia.svg Puglia
Città metropolitanaCittà metropolitana di Bari-Stemma.png Bari
ComunePolignano a Mare-Stemma.png Polignano a Mare
Territorio
Coordinate41°00′00″N 17°13′00″E / 41°N 17.216667°E41; 17.216667 (San Vito)Coordinate: 41°00′00″N 17°13′00″E / 41°N 17.216667°E41; 17.216667 (San Vito)
Altitudinem s.l.m.
Abitanti88 (2008)
Altre informazioni
Cod. postale70044
Prefisso080
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantisanvitesi, magonzesi
Patronosan Vito Martire
Giorno festivo15 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Vito
San Vito

San Vito è una frazione del comune di Polignano a Mare, in provincia di Bari, sita a ridosso della Strada statale 16 Adriatica, a 2.85 km dal centro abitato.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Abitata solamente da 88 abitanti, nel territorio è presente un'abbazia, di fondazione benedettina, costruita nel X secolo, e una torre di avvistamento di età barocca, in ottime condizioni.[1] San Vito è una meta turistica per italiani e stranieri grazie ad alcune spiagge come Porto Cavallo, raggiungibile a piedi tramite una stradina, Porto Contessa, una piccola caletta sabbiosa, e la spiaggia di San Vito, proprio sotto l'abbazia. A pochi metri è presente anche la frazione San Giovanni, dove è presente una grande spiaggia sabbiosa di proprietà dell'Hotel Castellinaria. Attorno all'abbazia ci sono anche vari appezzamenti di terreno dove si coltiva la Carota di Polignano, che ha ottenuto il riconoscimento dei presidi Slow Food in quanto esempio di un nuovo modello di agricoltura.[2][3]

Abbazia di San Vito Martire[modifica | modifica wikitesto]

Vista dell'Abbazia di San Vito.

L'Abbazia di San Vito Martire è la principale attrazione artistica della località. La chiesa, di fondazione benedettina, è stata progettata nel X secolo. Dal XVI secolo l'abbazia fu la dimora dei frati minori conventuali dei SS. Apostoli e nel 1785 diventò del Regio Demanio. Nel 1866 lo Stato ha venduto l'abbazia ai marchesi La Greca, tutt'oggi ancora interamente proprietari, mentre la chiesa è di proprietà del Fondo di Edifici di Culto del Ministero degli Interni è data in concessione alla Chiesa Matrice Santa Maria Assunta dove la domenica effettua la messa.

Ha pianta quadrangolare irregolare, con un enorme portico sulla facciata principale, scandita a logge con arcate a tutto sesto. Il transetto è sormontato da una piccola cupola circolare. Il campanile è una torre finemente lavorata in barocco leccese. Il portico della facciata all'interno si affaccia su un piccolo chiostro con un pozzo.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Nei giorni 14, 15 e 16 giugno si celebra la festa di San Vito Martire. Nel pomeriggio del 14 giugno dal porticciolo parte uno zatterone con l'immagine del Santo, che viene portata in processione via mare fino a Polignano a Mare nella spiaggetta di Cala Paura.

Durante l'estate sono presenti anche altri eventi come concerti e attività ricreative.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nella frazione di San Vito sono stati girati parecchi film tra cui la scena iniziale di Cado dalle nubi, La mia bella famiglia italiana e alcune scene di Professione vacanze, nonché diverse scene dell'episodio "Gioco pericoloso" della fiction TV Le indagini di Lolita Lobosco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Abbazia Di San Vito - itinerapuglia.com
  2. ^ Presidio Slow Food della Carota di Polignano Archiviato il 14 ottobre 2014 in Internet Archive.
  3. ^ "Carota di Polignano" - ortaggipugliesi.it, su ortaggipugliesi.it. URL consultato l'8 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Puglia Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Puglia